BI24_2010/20_DALL’OSPEDALE/1. Vaccinazione covid: l’Asl apre nuovi punti per l’inoculazione a Candelo, Cavaglià, Cossato e Valdilana

Ai punti vaccinali ASLBI già operativi per la campagna vaccinale, l’ASLBI mette in campo per i prossimi due giorni anche Cavaglià e Ponzone. Da domani mattina, per tutto il fine settimana tra il 6 e il 7 di marzo saranno attivi in contemporanea sei centri: Biella (via don Sturzo), Cossato (Casa della Salute), Candelo (Salone Polivalente), Ospedale (Centro Prelievi), Cavaglià (Polivalente) dalle 9 alle 19 e a Valdilana fraz. Ponzone (Piazza XXV Aprile) dalle 9 alle 14. In particolare, l’apertura dei punti vaccinali di Candelo, Cavaglià, Cossato e Ponzone Valdilana è resa possibile grazie alla collaborazione con i Medici di Medicina Generale e alla disponibilità dei Comuni.
“L’organizzazione che sottende la campagna vaccinale è in continua evoluzione e viene rimodulata di settimana in settimana, in modo da rispondere efficacemente, in base alle scorte e alle risorse professionali disponibili, alle richieste delle categorie aventi diritto. – spiega il Commissario ASLBI, Diego Poggio – La sinergia tra operatori dell’ASLBI, medici convenzionati, protezione civile, enti locali del territorio sta dando buoni risultati e si conferma essere la strada giusta su cui proseguire nella rincorsa che l’ASLBI sta guidando per contrastare la diffusione del virus nel Biellese.
La prosecuzione della campagna vaccinale, insieme alla gestione dei ricoveri ospedalieri, peraltro sempre sostenuti in termini numerici, e a quella territoriale (tamponi, visite domiciliari, etc) richiede necessariamente grande impegno e flessibilità da parte dell’Azienda Sanitaria. Per questo motivo ci tengo a continuare a ringraziare il nostro personale per la professionalità e la disponibilità che sta dimostrando. La collaborazione da parte dei medici convenzionati e dei volontari e il sostegno delle realtà istituzionali rappresenta un apporto complementare allo sforzo dell’Azienda Sanitaria e fondamentale per l’attivazione dei centri vaccinali e per il loro buon funzionamento. In questo modo, tutti insieme, possiamo lavorare bene e con la giusta tempestività”.

I commenti sono chiusi.