BI24_2010/20_VACCINAZIONE COVID. Grazie al nuovo “punto” di Candelo, in un solo giorno sono stati inoculati circa mille biellesi

Sono state 648 le vaccinazioni eseguite nella sola giornata di domenica 28 febbraio 2021, anche grazie all’attivazione di un punto vaccinale aggiuntivo presso il Centro Polivalente di Candelo, sito in via Cerventi, dove dalle 9 alle 18.30 sono state effettuate 180 somministrazioni ai cittadini over 80. Oltre a questo nuovo punto vaccinale, hanno proseguito l’attività la sede del Dipartimento di Prevenzione di via Don Sturzo a Biella, quella in Ospedale presso il centro prelievi e la Casa della Salute di Cossato: per un totale di circa 1.000 vaccinazioni nel solo fine settimana. L’obiettivo, in linea con le indicazioni regionali, è quello di mantenere ritmi di attività vaccinale sostenuti attraverso l’attivazione progressiva di punti in aree territoriali decentrate, in modo da favorire il più possibile l’adesione di cittadini over 80 in grado di spostarsi o essere accompagnati. Sono circa 10.000 i cittadini biellesi ultra ottantenni che sono stati registrati sulla piattaforma regionale per la vaccinazione e risultano oltre 1.000 gli anziani over 80 per i quali è stata indicata come necessaria la somministrazione al domicilio.
La prima vaccinata presso la sede del Salone Polivalente di Candelo è Danila Castello, 85 anni, originaria di Chioggia, ma si sente a pieno titolo candelese, perché qui ha trascorso tutta la vita con il marito e la sua famiglia. Ha due figli, Silvia ed Enrico, e dei nipoti che studiano all’Università. Ha lavorato nel settore tessile presso la Pettinatura Italiana. Dice che a tenerla giovane è stato il ballo, passione che ha coltivato per tanti anni, condividendola con il marito e il loro gruppo di amici. Il primo vaccinato è Federico Chiorboli, 82 anni, di Valdengo, è sposato e ha due figlie e quattro nipoti. Lavorava in ambito commerciale nel settore alimentare ed ora che è in pensione ha la passione per i viaggi.
“Ci tengo a ringraziare pubblicamente il sindaco Paolo Gelone, l’amministrazione comunale di Candelo e i volontari della Protezione Civile – commenta con soddisfazione il Commissario ASLBI, avv. Diego Poggio – per la grande disponibilità dimostrata nell’offrire una struttura così bella e funzionale e nel garantire il supporto logistico e organizzativo necessario. Dalla prima mattinata di ieri, infatti, sono arrivati a candelo da tutto il Biellese occidentale anziani over 80, che erano stati prenotato dai loro Medici di Medicina Generale nei giorni precedenti. Un ringraziamento particolare va anche al personale amministrativo, sanitario e medico che, con la propria presenza e collaborazione costante a beneficio della collettività, sta sostenendo la campagna vaccinale sul territorio”.
Si ricorda che è il Medico di Medicina Generale, in base a criteri di priorità stabiliti dalla Regione Piemonte, ad inserire in piattaforma i pazienti ultra ottantenni che hanno manifestato la loro volontà a sottoporsi alla vaccinazione. Un sms, inviato al numero di cellulare indicato, comunicherà la data, l’ora e il luogo dell’appuntamento per la vaccinazione. Nell’interesse di una buona programmazione e gestione dei flussi, necessariamente molto intesi, è importante tenere monitorati gli sms tutti i giorni fino alla ricezione del messaggio e rispettare l’appuntamento, a meno di reali ed effettive urgenze. Per informazioni: urp@aslbi.piemonte.it.

I commenti sono chiusi.