BI24_2010/20_DAL CARCERE. In via Dei tigli torna la violenza. E come al solito, il protagonista è un detenuto di origini straniere…

Torna la violenza all’interno del carcere di Biella. E come al solito, il protagonista dell’ennesima vile aggressione ad un membro della Polizia Penitenziaria, è uno straniero. Venerdì scorso, infatti, l’agente vittima dell’attacco era in servizio al padiglione “Oropa”, quando un uomo di origini nigeriane che già alcuni mesi prima aveva aggredito uno dei suoi colleghi, gli ha sferrato, senza alcun motivo, un pugno sul volto.
“Ormai – spiega in una nota stampa, la Segreteria Cisl Fns del Piemonte Orientale – le aggressioni fisiche nei confronti dei poliziotti nelle carceri è diventato purtroppo un fenomeno inarrestabile, i poliziotti penitenziari hanno diritto di svolgere il proprio turno di servizio in totale sicurezza. Speriamo che il soggetto resosi responsabile dell’aggressione a due poliziotti in pochi mesi venga trasferito in altro istituto. Auguriamo una pronta guarigione al collega vittima dell’aggressione e speriamo che la nuova ministra della Giustizia ponga la giusta attenzione alle problematiche dei penitenziari Italiani”.

I commenti sono chiusi.