BI24_2010/20_VOCI DA ROMA. Cristina Patelli, Lega: “Il nostro emendamento al ‘Milleproroghe’ che può salvare le Funivie di Oropa”

Il tema degli adempimenti tecnici ed i controlli degli impianti a fune interessa da vicino il Biellese. La Funivia di Oropa, infatti, arriverà al suo fine vita il prossimo anno, nel gennaio del 2022, e sarà necessario un intervento importante e sostanziale, con fondi da reperire, e tutta una serie di operazioni da effettuare. Un’esigenza uniformata dalla legge del 2015, che prevede come i requisiti essenziali e le procedure di valutazione della conformità debbano essere identici in tutti gli Stati membri.
In Parlamento è stato approvato un emendamento della Lega al Milleproroghe che proroga di 120 giorni per gli impianti a fune, che comprendono funivie, cabinovie, seggiovie ecc, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e la data di cessazione dell’emergenza epidemiologica da Covid. La Funivia di Oropa potrebbe avvantaggiarsene, ma non essendo ancora scaduta la concessione, nel caso specifico non vi è la certezza che questo emendamento possa bastare. Così, l’onorevole Patelli ha presentato un ordine del giorno che possa essere specificatamente di supporto per l’impianto biellese.
Spiega il deputato della Lega Cristina Patelli: “L’ODG va nella direzione di procrastinare gli adempimenti normativi degli impianti a fune. Una concessione che dovrebbe interessare anche la Funivia di Oropa, che fra un anno cesserà la propria vita tecnica. Tuttavia non risolverà la questione che il territorio sta dibattendo in queste ultime settimane, ovvero che senza un progetto di finanziamento e un’idea precisa di sviluppo, l’impianto è destinato a chiudere: su questo è necessario un ragionamento molto ampio e responsabile, soprattutto per quanto concerne le tempistiche.
Proprio per agevolare questo processo e concedere il massimo tempo possibile per lavorare ad una soluzione e non allungare semplicemente la vita dell’impianto senza progettualità, ho deciso di presentare un ordine del giorno che consenta di prorogare ulteriormente i termini, almeno fino alla fine del 2022, per le revisioni straordinarie di “fine vita tecnico” degli impianti a fune con particolari difficoltà come ad esempio la Funivia di Oropa”.

I commenti sono chiusi.