BI24_2010/20_DALLA REGIONE PIEMONTE. Stecco, Lega: “Vaccino, informazioni corrette: scienza e conoscenza insieme per vincere”

Il vaccino contro il Covid – ricorda il professor Alessandro Stecco, consigliere della Lega Salvini Piemonte e presidente della commissione Sanità – ha generato dubbi e preoccupazioni e, proprio per rispondere a questo, è stata promossa dalla commissione Sanità del consiglio regionale e dagli Stati generali della prevenzione e del benessere l’iniziativa “Vacciniamoci informati”. Ringrazio per tanto il presidente del consiglio Stefano Allasia e i miei vicepresidenti di Commissione Andrea Cane e Domenico Rossi per aver aderito alla mia proposta” Gli esperti, ai quali va la nostra gratitudine per la loro disponibilità e ai quali ci siamo affidati per offrire una corretta informazione, sono stati il dottor Giovanni Di Perri, ordinario di malattie infettive, primario all’ospedale Amedeo di Savoia e responsabile scientifico del Dirmei e il dottor Guido Giustetto, presidente dell’Ordine dei medici di Torino”.
“La campagna vaccinale, già in corso, continuerà seguendo diversi step in modo da raggiungere più persone possibili – continua il professor Stecco -. Dare informazioni precise sul vaccino è fondamentale per favorire un’adesione consapevole soprattutto ora che, a distanza di un anno, abbiamo finalmente gli strumenti per combattere il Coronavirus. Il binomio imprescindibile scienza-conoscenza ha elaborato in pochissimo tempo una risposta vaccinale che può contare su diverse tipologie di vaccini e di farmaci che si stanno evolvendo efficacemente. Per riprendere la nostra quotidianità, riaprire le attività e coltivare la nostra crescita è però necessario cercare di ridurre al massimo la circolazione del virus: per farlo il numero di persone vaccinate deve crescere sempre di più. E qui entra in gioco il ruolo fondamentale della divulgazione e della comunicazione, che devono essere il più corrette e semplici possibile. Il mio consiglio – conclude il presidente Stecco – è evitare le fake news e il caos mediatico, ma affidarsi sempre agli esperti che sapranno consigliarvi al meglio, ricordando che il vostro medico di famiglia è la persona più vicina a voi in caso di dubbi o chiarimenti”.

I commenti sono chiusi.