BI24_2010/20_VOCI DA ROMA. Maccanti e Rixi: “Taxi-Ncc: da M5S e Pd un colpo di coda, per favorire gli abusivi nel Milleproroghe”

_Elena Maccanti, Edoardo Rixi (Deputati Lega)
Con un colpo di coda, il governo M5s-Pd vuole favorire ancora gli abusivi che erogano un servizio pubblico non autorizzato a svantaggio di tassisti e Ncc onesti che pagano fior di tasse. Il governo Conte bis a tempo scaduto sta provando, di nuovo, a prorogare l’entrata in vigore di regole e legalità nel trasporto pubblico locale non di linea.
Dopo aver lasciato nel cassetto per un anno e mezzo i decreti attuativi su foglio di servizio, piattaforme tecnologiche e istituzione del registro delle imprese – che la Lega al governo aveva lasciato solo da firmare sulla scrivania del Mit – con una serie di emendamenti del Pd al Milleproroghe si rimanda l’istituzione del registro delle licenze taxi e Ncc di altri 3 anni.
L’obiettivo Pd-M5s è quello di scardinare la legge approvata dal governo con la Lega contro le solite multinazionali con un risultato drammatico per gli operatori onesti: il taglio delle sanzioni agli abusivi per tutto il 2021. Un risultato inaccettabile, un colpo di spugna che colpisce soprattutto chi porta il pane a casa onestamente. E su questo la Lega non transige: ci opponiamo con tutte le nostre forze a qualsiasi proroga o emendamento che favorisca abusivi e illegalità.

I commenti sono chiusi.