BI24_2010/20_VOCI DA ROMA. Rixi, Maccanti e Lucchini, Lega: “Concessioni Autostrade, i dubbi dell’Ue sul governo…”

_Edoardo Rixi, Elena Maccanti, Elena Lucchini (Deputati Lega)
La Commissione Ue chiede al governo di giustificare la propria condotta sul caso Autostrade per l’Italia. L’Italia condannata all’ennesima figuraccia dall’esecutivo Pd-M5s. Quali che siano le gravi responsabilità dell’azienda sul crollo di Ponte Morandi a Genova il 14 agosto del 2018 che costò la vita a 43 persone, una cosa è certa: al governo è arrivata una lettera formale della Direzione generale di Bruxelles che mette in discussione le modifiche normative introdotte dal decreto Milleproroghe del 31 dicembre 2019.
La Commissione contesta infatti la violazione delle libertà di stabilimento e di circolazione dei capitali, e del principio della certezza del diritto, così mettendo in dubbio l’intera impalcatura normativa realizzata dal governo sul caso Autostrade. Una serie di errori grossolani e da principianti segnalati a tempo debito dalla Lega in Commissione Trasporti. Un modo per salvare capra e cavoli? Sicuramente dal governo Pd-M5s l’ennesimo brutta figura davanti alla Ue e davanti a coloro che chiedono giustizia dopo il crollo di Ponte Morandi.

I commenti sono chiusi.