BI24_2010/20_DALLA FORESTALE. Gatto resta intrappolato in una gabbia e muore. I Carabinieri cercano l’autore del vile gesto

L’avviso del triste ritrovamento è stato comunicato nel primo pomeriggio di sabato 23 gennaio alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Biella da una privata cittadina, e immediatamente verificato dalla pattuglia della Stazione Carabinieri Forestale di Biella. Sul luogo, dove è intervenuto anche personale del canile di Cossato “Odv Animali sono per amore”, è stata rinvenuta una trappola a scatto contenente la carcassa di un gatto adulto dalla pelliccia di colore fulvo.
L’assenza di microchip non ha reso possibile risalire all’eventuale proprietario dell’animale che è stato ritrovato privo di vita, forse attirato dalla scatoletta di mangime per gatti posta come esca all’interno della gabbia. Difficile dire se il reale destinatario del crudele gesto fosse proprio il gatto in questione o se, al contrario, la trappola sia stata posizionata in prossimità del fiume per attirare esemplari di fauna selvatica o qualche altro carnivoro.
L’autore del vile gesto resta al momento ignoto, mentre la trappola e i resti dell’animale sono stati posti in sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’accaduto configura infatti le ipotesi di reato di uccisione di animale, perseguito dal Codice Penale, e di utilizzo di mezzi vietati per l’esercizio dell’attività venatoria.

I commenti sono chiusi.