BI24_2010/20_DA “CITTA’STUDI”. La Città di Biella sostiene la biblioteca digitale con un contributo della Biblioteca Civica

_DA “CITTA’STUDI”
In un anno segnato da una forte crisi sanitaria ed economica, emerge però un dato positivo e confortante in ambito culturale: il numero di lettori in Italia è aumentato in modo considerevole rispetto agli anni passati. Questo è quanto si evince da una recente indagine condotta dal Cepell, il Centro per il libro e la lettura del ministero per le Attività culturali, e dell’Aie, l’Associazione degli editori.
La ricerca evidenzia come la lettura sia divenuta, inaspettatamente, una forma di resilienza culturale contro le paure e le ansie generate dalla pandemia da Covid-19. Costretti a casa e senza la possibilità di uscire per svagarsi, moltissimi italiani hanno riscoperto il libro come strumento di evasione oltre che di conoscenza. I dati emersi sottolineano come il 61% degli italiani tra i 15 e i 74 anni hanno letto almeno un libro nel 2020 contro il 58% nel 2019. Una crescita che si registra anche tra i lettori di ebook che passano dal 25% del 2019 al 30% del 2020. In questo momento di grande fortuna per il libro, la Città di Biella torna a sostenere i lettori biellesi con una nuova iniziativa che punterà a rafforzare il prestito online.
Nel concreto, la Biblioteca Civica, in qualità di capofila del Polo Bibliotecario Biellese, contribuirà economicamente a una parte delle spese di gestione della biblioteca digitale di Città Studi: MLOL, acronimo di MediaLibraryOnLine. Un sistema bibliotecario digitale a cui hanno aderito oltre 6.000 biblioteche in 20 regioni italiane e 10 paesi stranieri e che offre, 24 ore su 24, contenuti multimediali agli iscritti al network. Su MLOL è possibile infatti trovare oltre 54.000 ebook tra romanzi e saggi, oltre la possibilità di consultare i principali quotidiani italiani ed esteri e tantissime riviste, in un’edicola che supera ormai i 7.000 titoli.
MLOL è un servizio erogato dalla Biblioteca di Città Studi dal 2012 e, con il passare degli anni, ha registrato sempre più adesioni da parte dei propri utenti. Già durante il primo lockdown del 2020, grazie a un’iniziativa della Biblioteca Civica di Biella, fu possibile estendere gratuitamente questo servizio a tutti gli iscritti del Polo bibliotecario, proprio nei mesi in cui le biblioteche rimasero chiuse al pubblico. Il sostegno dell’amministrazione comunale, che copre il 30% delle spese previste, permetterà agli iscritti alla biblioteca digitale di accedere nel 2021 a tre prestiti al mese invece dei consueti due. Anche il numero delle licenze per la consultazione dei quotidiani verrà esteso, facilitando così l’accesso ai giornali contemporaneamente a più utenti.
Il catalogo di MLOL è raggiungibile con un link nel portale BiblioBi (
www.polobibliotecario.biella.it) o all’indirizzo https://cittastudi.medialibrary.it. Per aderire al servizio di prestito digitale bisogna essere iscritti a una delle biblioteche del Polo Bibliotecario Biellese e, successivamente, sottoscrivere l’abbonamento presso la Biblioteca di Città Studi, che offre anche la possibilità di pagamento da remoto. Il costo della sottoscrizione è di 10 € ed è valida fino al 31 dicembre 2021. Per maggiori informazioni è possibile contattare direttamente la Biblioteca di Città Studi Biella, in Corso G. Pella 2, chiamando il numero 015 8551107, scrivendo all’indirizzo email: biblioteca@cittastudi.org, oppure consultando il sito www.cittastudi.org/biblioteca o la pagina Facebook @bibliotecacittastudi.

I commenti sono chiusi.