BI24_2010/20_VOCI DA ROMA/2. Pichetto, FI: “Caro Governo, le nuove norme Eba rischiano di rovinare migliaia di italiani…”

_Gilberto Pichetto (senatore Forza Italia)
Le nuove norme dell’Eba in tema di conti correnti rischiano di innescare una pericolosa bomba economica e sociale, che potrebbe abbattersi su piccoli imprenditori, professionisti e soprattutto su tantissime famiglie che stanno vivendo sulla loro pelle il peso della crisi economica innescata dall’epidemia di Covid-19.
Infatti, l’autorità bancaria europea oltre a non consentire più gli addebiti automatici, qualora i clienti non avessero sufficienti disponibilità liquide sui loro depositi bancari, imporrà alla banca dopo tre mesi di mancati pagamenti da soli 100 euro, di segnalare il cliente alla centrale rischi e di classificare tutta la sua esposizione come ‘crediti malati’.
Ciò significa che moltissimi italiani potranno trovarsi nell’impossibilità di pagare le stesse utenze. E’ evidente il pericolo indigenza che si cela dietro questa normativa, soprattutto quando verranno meno anche quelle misure di sostegno e aiuto, come lo stop ai licenziamenti e la Cig straordinaria, che il governo ha stanziato. Il rischio è quello di ritrovarsi a breve con una crisi economica incontrollata e pericolose tensioni sociali.
A questo e non alle poltrone dovrebbero pensare il governo e la maggioranza. L’attuale legge di Bilancio, ad esempio, poteva essere l’occasione per mitigare gli effetti di queste nuove misure, e invece la maggioranza si è abbandonata a un elenco di bonus e mancette. Adesso, mi auguro che il governo affronti questa nuova emergenza in uno dei prossimi provvedimenti economico, a partire dal decreto Milleproroghe, altrimenti il rischio sarà di ritrovarsi da qui a qualche mese con pericolose e incontrollate ricadute sociali.

I commenti sono chiusi.