BI24_2010/2020_PUNTI DI… SVISTA. Aureliano Felletti: “Di Maio, ha ragione Andrea Delmastro: qualcuno indaghi sul suo operato… disonorevole”

_Aureliano Felletti
Ricevo su Whatsapp un video dell’Onorevole Andrea Delmastro. Sono sbigottito per quello che Andrea (mi permetto di chiamarlo in questo modo) ha pubblicato. L’onorevole (o disonorevole?) Di Maio si sta comportando come un avvoltoio per mettere in determinati posti di comando i suoi affiliati: mi ricorda la prima Repubblica, ma allora c’erano un Andreotti, un Almirante un Berlinguer, gente di alto calibro. Tutto quello che è stata la pubblicità del M5S si è dimenticata, ossia onestà non più balzelli, non più ‘inciuci’, non più… Lui si sta dimostrando esattamente l’opposto, soprattutto deludendo i suoi elettori calpestando quello che erano le basi del Movimento.
Mi stupisco che nessuno indaghi sul suo operato, invece si accaniscono contro Salvini (anche se poco simpatico) che aveva fermato la migrazione, se non tutta in parte. Mi scandalizzo per quello che sta succedendo alla nostra bella Patria. Ma i vari Magistrati di Sinistra dove sono quando sono indagare o far indagare dalla Guardia di Finanza determinate operazioni? Sono presenti solo per affondare i Centristi? Sostengo che il Pd ormai per i cittadini Italiani sarà trasformato in Poveri e Disperati perché se si prosegue su questa strada gli Italiani Onesti non avranno neppure i soldi per acquistare il pane da dare ai figli. Altro che pensare agli addobbi natalizi, agli acquisti natalizi, si cerca semplicemente di sopravvivere.
Anche nella nostra (o meglio) Vostra bella Biella si vede, da tempo, gente che razzola nei vari mercati per poter recuperare la mela, l’insalata, l’arancia, o qualsiasi genere di prima necessità perché non hanno più i soldi. Vi siete mai chiesti quanto percepisce un pensionato con la minima? E deve pagare l’affitto, gas acqua, luce, tasse immondizia e forse deve anche acquistare il vitto, di certo non si può permettere il Prosciutto di Parma, la mozzarella, la baguette, la torta, deve recarsi in Via Novara per mangiare, andate a vedere quanta gente c’è che non ce la fa più e quanta gente che per vergogna non si presenta. Recatevi presso le curie di Biella per vedere quanti Italiani si recano a prendere gli alimenti, e quanti altri invece sono di altre nazioni.
Quanta gente uscita dalle chiese fanno la cernita degli alimenti. La ‘caritas’ biellese fa l’impossibile con quello che gli viene donato dalla gente. Inoltre non capisco perché si vede gente che percepisce i famosi 40 euro, con il cappellino che chiede l’elemosina fuori dai super/iper mercati (vai all’OBI, vai alla Conad, vai all’Aeo, al Penny, il tutto in modo molto educato. Inoltre ti trovi questa gente anche fuori dai cimiteri biellesi. Mi sembra di ricordare che in Italia esiste o esisteva una normativa che vietava l’accattonaggio come è fatto divieto di sputare per terra, come è fatto divieto il comportamento poco disdicevole, il divieto gettare in terra gli scarti (carta pacchetti di sigarette-mozziconi, bustine eccetera) mi son sempre chiesto: ma a casa loro si comportano in identico modo? E dove sono i genitori che dovrebbero insegnare educazione civica ai figli? forse un buon servizio di Protezione civile o militare gli servirebbe. O meglio servirebbe anche ai genitori che difendono a spada tratta i figli che si comportano male.

I commenti sono chiusi.