BI24_2010/2020_IL MONDO VISTO DA BIELLA/2. Aureliano Felletti: “Basta far venire qui delinquenti dall’Africa… Teniamoli là e miglioriamoli”

_Aureliano Felletti
I politici hanno defenestrato Salvini… ma non hanno ancora capito nulla: nell’insieme delle persone migranti ci saranno degli attentatori Isis, del ladri, dei delinquenti comuni, degli spacciatori, dei stupratori, gente che è scappata dalle galere in Libia in Algeria, nel Sahara, oltre a gente perbene che scappa dalla guerra. Noi siamo ben pensanti ma gli effetti dei delinquenti si sono dimostrati in Francia, in Inghilterra, in Germania, in Austria, in Olanda. Altro che gli Italiani sono razzisti, noi siamo stati gli unici ad accettarli sin dal 1929/1930 conferendo la cittadinanza agli Eritrei, ai Somali, ai Libici.
Non li abbiamo spogliati come hanno fatto inglesi francesi, tedeschi, americani e russi e, adesso, cinesi, anzi abbiamo costruito ponti strade, ferrovie, case, poderi, facendo rivivere il deserto con l’acqua portata da Km di distanza producendo olio, arance, rilanciando l’agricoltura. Altro che invasori come ci ha definiti d Gheddafi… Italiani, brava gente, ma anche e non poco, ‘coglioni’. In Libia si camminava sul petrolio e siamo andati a fare una guerra per stare al fianco di Hitler con mezzi inadeguati, ma se fossimo stati così avveduti come lo era Italo Balbo noi non saremmo mai entrati in guerra indipendentemente dal volere del Duce.

Ora datemi pure dell’antisociale e del visionario, ma se andiamo avanti così noi dovremo chiedere ‘permesso’ per entrare in casa nostra, i nostri figli chiederanno di parlare in Italiano e non in Arabo, saremo diventati una colonia dell’Africa, la parte più povera. Svegliamoci, fermiamo questa migrazione di cavallette che è la nostra rovina, il tutto per favorire qualche cooperativa, qualche politico: creiamo in Africa centri per smistare la gente, diamo la possibilità di lavorare lì, produrre prodotti agroalimentari, allevamenti, preleviamo dal sottosuolo l’acqua… ma non facciamoli venire più nella nostra Nazione indipendentemente, di quello che la Signora Hitler di oggi ci ordina di fare.

I commenti sono chiusi.