BI24_2010/2020_NO AL LOCKDOWN/3. Se le forze dell’ordine vogliono l’autocertificazione, devono farvi una richiesta scritta. O violano la Costituzione

_Roberto Scucca
Le forze dell’ordine possono agire solo in 3 casi: Flagranza di Reato, In forza di Legge (ti invitano a rispettare la legge); In forza di Autorità (ti devono dare un ordine scritto con nome cognome grado numero di matricola. Ordine che andrà trasmesso ad un Giudice che ha 48h di Tempo per convalidare l’ordine o rigettarlo se illegittimo). L’ordine in forza di Autorità è totale RESPONSABILITÀ delle Forze dell’Ordine che ne rispondono in prima persona.
Non esiste una LEGGE che costringa il cittadino a “consegnare” i propri documenti, ma può limitarsi ad “esibirli”. Nessuna forza dell’ordine può appropriarsi dei documenti del Cittadino. Esattamente come un carabiniere non consegnerà mai il proprio distintivo.
Art.54 della Costituzione. Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla costituzione e alla repubblica. I Cittadini a cui sono affidate mansioni pubbliche hanno il dovere di adempiere con disciplina ed onore prestando giuramento.
PERCHÉ VIENE RICHIESTA CON FORZA L’AUTOCERTIFICAZIONE? C’e una Fonte del Diritto che è la Consuetudine. Ovvero quando Milioni di Italiani applicano una consuetudine ovvero una prassi quindi abitudine, autocertificano che loro lo conoscono e sanno benissimo come stanno le cose, permettendo al governo di raccogliere migliaia di queste dichiarazioni e firme, a quel punto sarà ovvio che tra qualche mese quando giuristi e parlamentari contesteranno Conte e il Governo, lo stesso potrà documentare che quello che ha fatto è consuetudine perché richiesto dagli Italiani stessi.
L’AUTOCERTIFICAZIONE è TRADIRE LA COSTITUZIONE da parte di chi accetta di produrla compilarla e firmarla. Art.21 della Costituzione. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

I commenti sono chiusi.