BI24_2010/2020_CRONACA/1. Salussola: il pentito Simone Canale trovato morto in casa. La famiglia chiede l’autopsia sui social e la ottiene

La Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, ha disposto che sul corpo di Simone Canale, il pentito biellese trovato morto giovedì scorso nella sua casa a Salussola, venga effettuata l’autopsia, allo scopo di chiarire le vere cause del suo decesso. L’uomo, aveva infatti solo 40 anni e le importanti rivelazioni fatte ai giudici ed agli investigatori sulle attività della N’drangheta, fanno sospettare che la sua morte possa essere anche stata cagionata per vendetta. Con questa decisione, la Dia ha voluto anche ascoltare la sua famiglia, che nei giorni immediatamente successivi alla sua morte aveva chiesto a gran voce, anche attraverso i social, che venissero chiariti i motivi della sua dipartita.

I commenti sono chiusi.