BI24_2010/2020_LA QUESTIONE/2. La risposta di De Nile a Cozzi: “Ma cosa centra la mia scelta politica con la situazione di Ener.Bit?”

_Mario De Nile
“Gentile Direttore,
Leggo con stupore le affermazioni della Consigliera Cozzi che chiede le mie dimissioni, coinvolgendo Maggia e la società Enerbit in un minestrone senza senso. Per questo ho acquisito gli atti e mi sono informato, constatando che la Società Enerbit ha apportato modifiche al proprio statuto con l’assemblea dei soci di settembre per adeguarsi alle precise richieste di ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) per favorire al massimo la partecipazione e la rappresentatività dei soci con quote azionarie di modesta entità.
Segnalo che l’approvazione è avvenuta con voto unanime di Provincia, vari Comuni e Cordar appartenenti a tutti gli schieramenti politici. ANAC inoltre ha espressamente contingentato i tempi per una immediata attuazione del nuovo statuto, compresa l’elezione del Consiglio di Amministrazione.
Tutte le altre ricostruzioni sono pure invenzioni della consigliera Cozzi, alla quale suggerisco di essere meglio preparata evitando sterili polemiche dovute alla sua totale non conoscenza della situazione. Perché tirare in ballo Enerbit con la mia scelta? Mi sembra una pura e semplice strumentazione”.

I commenti sono chiusi.