BI24_2010/2020_LA QUESTIONE/1. Gaglianico: De Nile passa a Fratelli d’Italia. Cozzi: “Allora lasci la giunta e venga con noi in minoranza”

Se Mario De Nile è passato a Fratelli d’Italia, per coerenza dovrebbe lasciare l’attuale giunta di Gaglianico e passare ai banchi dell’opposizione, per cominciare a costruire, in vista delle prossime elezioni, un progetto credibile ed unito di centrodestra”. Nonostante abbia poi tirato fuori anche un polemica inutile, sterile ed aliena alla questione, su Ener.Bit e sulla conferma a presidente del sindaco Paolo Maggia, le parole del consigliere di minoranza Barbara Cozzi, hanno messo in chiaro la situazione paradossale che, da un paio di giorni, si è creata dentro al municipio del piccolo comune alle porte di Biella.
Primo cittadino tesserato per il Partito Democratico, assessore appena presentato, in pompa magna, con tanto di presenza da parte dell’Onorevole Delmastro e dell’assessore regionale Elena Chiorino, da Fratelli d’Italia. Soprattutto di questi tempi, una convivenza impossibile, se veramente il partito di Giorgia Meloni, vuole almeno simbolicamente (in attesa di fatti più concreti), prendere le distanze, ad ogni latitudine del paese, dal connubio Pd-Movimento 5 Stelle, che sta distruggendo il Paese, massacrando gli italiani (ed i biellesi. Ed i gaglianichesi…) e favorendo una invasione straniera ed ostile, che dismessi i panni già poco credibili del “povero profugo”, sta ormai mostrando la sua vera faccia, feroce, minacciosa, senza scrupoli.

I commenti sono chiusi.