BI24_FLASH_IL MONDO VISTO DA BIELLA. Sandro Delmastro: “I rapporti tra Cina e America Latina: l’esempio del Salvador”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
La visita in Cina del Presidente di El Salvador Nayib Bukele dal 1 al 6 dicembre apre un potenziale fianco strategico nella battaglia per portare le Americhe nella ‘Nuova Via della Seta’ e combattere la povertà e la droga. Sono stati raggiunti accordi bilaterali importanti per un Paese piccolo come El Salvador e Bukele ha informato i cinesi che il proprio governo “è pronto ad aderire all’Iniziativa ‘Belt and Road’”. È un duro colpo per i fautori della geopolitica al Dipartimento di Stato americano, che da mesi si vantavano del fatto che, dopo gli attacchi di Bukele alla Cina, prima di essere inaugurato Presidente il suo governo avrebbe rotto i rapporti stabiliti dal governo precedente con Pechino nell’agosto 2018, messo fine alla partecipazione alla ‘Nuova Via della Seta’ e ristabilito rapporti con Taiwan.
Questo avrebbe dato al resto dell’America Centrale il messaggio contrario a svolgere un ruolo nella storia e favorevole a restare arretrati e clienti americani come nei secoli scorsi. Prima che Bukele partisse per la propria visita in Asia, il consigliere dell’ambasciata americana Tobias Bradford aveva perfino minacciato che Washington avrebbe tagliato gli aiuti se fosse stato raggiunto un accordo con la Cina che incidesse sui programmi americani. Tuttavia Nayib Bukele si è dimostrato un Presidente capace di pensare con la sua testa e con un fiero impegno a sviluppare il suo Paese. Da quando ha assunto il mandato il giugno scorso, ha stabilito buoni rapporti sia con Donald Trump sia col Presidente messicano López Obrador, e ora anche con quello cinese Xi Jinping. Questo apre la strada all’unica strategia a lungo termine per porre fine alla povertà e al terrore dei cartelli della droga che inducono milioni di abitanti dell’America Centrale ad emigrare: la cooperazione tra Stati Uniti, Messico, l’America Centrale e la Cina nella ‘Nuova Via della Seta’.
Gli accordi bilaterali sottoscritti, così come il rapporto di mutua intesa stabilito tra i ‘leader’ dei due Paesi, sono la chiave per sviluppi futuri. La Cina pianifica di costruire una biblioteca nazionale moderna, due grandi impianti di trattamento delle acque, impianti di depurazione e uno stadio nazionale a El Salvador, e di espandere e migliorare due progetti turistici: tutto finanziato da donazioni cinesi. Sono stati sottoscritti anche accordi di cooperazione in agricoltura, scienza e tecnologia, istruzione e per ridurre la povertà, nonché nel campo dello sport e della cultura. A Shanghai, Bukele ha incontrato leader di
numerose aziende cinesi, discutendo potenziali investimenti ed esportazioni in Cina. In numerosi tweet ai suoi compatrioti, Bukele ha comunicato l’entusiasmo per “lo sviluppo tecnologico e futuristico” della Cina, ha descritto il suo viaggio da Pechino a Shanghai con un treno ad alta velocità, parlando degli accordi sulle borse di studio rivolte a “centinaia di nostri giovani” per studiare in Cina e sottolineando che “investimenti in El Salvador = più posti di lavoro”.

I commenti sono chiusi.