BI24_FLASH_LA SALUTE DEI BIELLESI/2. Salussola e la discarica di amianto. Claudio Corradino: “Pronti ad un’azione politica”

biella-corteo-anti-discarica-amianto-biella24-001

(c.s.) Dopo la manifestazione di sabato scorso organizzata a Biella dal comitato “Salussola ambiente è futuro” per dire “No alla discarica di amianto” il sindaco di Biella Claudio Corradino rilascia una dichiarazione ufficiale sul tema: “La posizione del sindaco di Biella è di contrarietà ad un ulteriore ammassamento di rifiuti pericolosi nei dintorni della città e in una zona su cui già insistono altre discariche di rifiuti – dice il primo cittadino -. Prima di optare per questa zona del Biellese, c’è la possibilità di utilizzare uno di quei 600 siti che la Regione Piemonte ha individuato privilegiando le miniere e le cave. Solo in ultima soluzione si devono immaginare questi tipi di abbancamenti. L’amianto in qualche modo va smaltito, ed è fondamentale rimuoverlo da tutte le coperture, ma in quella zona di Salussola non mi sembra proprio il caso. Di conseguenza la posizione dell’amministrazione di Biella è di contrarietà e siamo pronti ad avviare tutte le azioni politiche possibili per andare verso questa direzione. Ci sono altri enti che devono decidere, noi siamo un po’ tagliati fuori, ma possiamo indicare una posizione forte. La politica di Biella è contraria a questo tipo di insediamento”.
In riferimento a questo tema il sindaco Claudio Corradino aggiunge: “Se qualcuno ancora non ha capito questa posizione, mi riferisco a chi pensa di speculare per avere un po’ di visibilità, credo si stia ponendo con una posizione un po’ meschina. Io di polemiche francamente ne ho le tasche piene, vado avanti per la mia strada, credo che la gente sappia valutare chi specula su questi temi e chi no”. In riferimento alla manifestazione organizzata lo scorso sabato a Biella il sindaco Claudio Corradino aggiunge: “Io ho partecipato alla manifestazione dello scorso sabato, ero presente sia alla partenza sia all’arrivo e ho parlato con i referenti del comitato, purtroppo non ho potuto partecipare a tutto il corteo perché in concomitanza nella sala del consiglio del Comune di Biella si svolgeva un evento organizzato con la Regione Piemonte”.

I commenti sono chiusi.