BI24_FLASH_CARABINIERI. Cossato: bloccata auto con 4 ladri a bordo, uno di loro finisce in carcere per resistenza a pubblico ufficiale

cc-arresto-15-dicembre-biella24-001

(c.s.) Nel fine settimana, i Carabinieri della Radiomobile di Cossato hanno arrestato un 34enne albanese, in Italia senza fissa dimora, gravato da vicende penali per reati contro la persona ed in materia di stupefacenti, perché ritenuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale. La vicenda si è sviluppata nel pomeriggio di venerdì, alle 18 circa, mentre i militari erano impegnati nello svolgimento di un servizio di prevenzione finalizzato al contrasto dei furti in abitazione. La macchina del Nucleo Radiomobile di Cossato ha incrociato in via Castelletto Cervo una Bmw scura di grossa cilindrata, con quattro uomini a bordo, valutandola da subito meritevole di un controllo, anche in ragione di più segnalazioni raccolte nei giorni scorsi da privati cittadini che riferivano di transiti “sospetti” di un’auto dello stesso modello in aree interessate da furti.
Pertanto, i militari hanno invertito il senso di marcia dell’autoradio ed hanno raggiunto la Bmw, bloccandola, per procedere al controllo. Immediatamente, però, a riprova della bontà dell’iniziativa dei Carabinieri, tre dei quattro malviventi hanno aperto le portiere della loro auto, dandosi alla fuga a piedi. I Carabinieri, quindi, hanno subito richiesto ausilio alla centrale operativa perché intervenissero dei rinforzi, ponendosi contestualmente all’inseguimento a piedi dei fuggiaschi. Dopo alcune decine di metri, uno dei tre è stato acciuffato, mentre l’auto e i due complici appiedati riuscivano ad allontanarsi sino a fare perdere le loro tracce. Il 34enne, invece, dopo aver cercato di sottrarsi alla presa dei Carabinieri, senza fortunatamente causare loro lesioni, veniva definitivamente bloccato ed arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale. Addosso gli sono stati rinvenuti e sequestrati un paio di guanti da lavoro, un grosso cacciaviti e due torce elettriche, il classico kit del topo d’appartamento.
Le ricerche dei fuggiaschi e dell’auto, invece, nonostante l’immediato supporto di ulteriori pattuglie dell’Arma, giunte anche dal capoluogo, non hanno al momento dato frutto. A conclusione delle formalità di rito, l’uomo è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha richiesto la convalida dell’arresto e il giudizio direttissimo. A distanza di poco più di una settimana dall’arresto di Gaglianico ad opera dell’Arma di Biella, si tratta di un ulteriore arresto che si incardina nell’ambito della intensificazione delle attività preventive dei Carabinieri del Biellese che, come ha rappresentato qualche giorno fa lo stesso Comandante Provinciale dell’Arma della provincia, contribuiscono efficacemente, di anno in anno, ad una tangibile riduzione della criminalità predatoria nel nostro territorio.

I commenti sono chiusi.