BI24_FLASH_CINGHIALI E ANIMALISTI. Guido Dellarovere: “Assurdo permettere una manifestazione sotto casa mia…”

dellarovere spara

_Guido Dellarovere (Presidente Atc-Ca Biella)
Il premio per le squadre di cacciatori che raggiungono un numero minimo di abbattimenti di cinghiali, 150 euro in pianura e 80 in montagna, ha recentemente attirato polemiche che voglio smorzare sul nascere, ma è assurdo che si sia permesso che una manifestazione di animalisti avvenisse sotto casa mia, dove vive la mia famiglia che con la caccia non ha nulla a che fare. Come è possibile autorizzare una cosa del genere e, soprattutto, come è possibile violare la privacy delle persone? Se hanno qualcosa da dirmi prendano appuntamento in sede e se non vogliono parlare, vengano lì a protestare.
La maggior parte dei danni, per gli agricoltori, sono causati dai cinghiali. Le loro immissioni da parte dell’uomo sono soltanto delle dicerie e senza un intervento serio il fenomeno esce totalmente dal controllo, visto che un maschio e una femmina adulta generano 40-50 cinghiali ogni due anni. Da qui la decisione dell’incentivo, per tentare di ottimizzare il contenimento di questi animali. E non mi vengano a dire che esistono metodi alternativi, perché li nominano solo senza mai spiegarli.
E se per alternativo si intende immettere in natura lupi, linci e orsi, l’assurdità si spiega da sola senza ulteriori commenti. Anche perché un censimento di questi animali, sul nostro territorio, non è immaginabile, perché il cinghiale si sposta velocemente, poi migra, cercando cibo ed è facile sbagliare contando più volte lo stesso capo. Ma secondo me, è un parere personale, superano i 2500 esemplari.

I commenti sono chiusi.