BI24_FLASH_DAL COMUNE DI BIELLA/1. Piano-neve: pronti 350.000 euro per trattamenti e sgombero. Confronto con le ditte

pianoneve

(c.s.) Si è svolto in questi giorni, a Palazzo Pella, un tavolo di confronto tra la Città di Biella e gli operatori impegnati nel servizio piano-neve. Alla presenza del vicesindaco Giacomo Moscarola e dell’assessore ai Lavori pubblici Davide Zappalà si è aperto un dialogo per valutare quali strade percorrere con l’obiettivo di fornire un servizio puntuale alla cittadinanza.
Il territorio è suddiviso, ormai come da tradizione, in quattro lotti d’azione: zona 1 (Biella ovest), zona 2 (Biella centro), zona 3 (Biella est) e zona 4 (Biella sud). Il servizio neve è gestito dal Comune attraverso personale interno che svolge la funzione di coordinamento degli operatori a cui viene dato ordine per lo svolgimento delle attività.
Fino al 31 dicembre 2019 l’amministrazione ha affidato il servizio attraverso l’estensione dei contratti passati, fino alla soglia del 20%. Con un impegno economico di 58 mila euro. Mentre in vista del 2020 è stata stanziata la cifra di 291.700 euro e l’ufficio tecnico sta lavorando sulle procedure di affidamento. Il trattamento tradizionale da parte delle ditte consiste nella salatura delle strade (con cloruro di sodio) e sgombero neve al raggiungimento di uno spessore di almeno 5 centimetri.
Spiega l’assessore ai Lavori pubblici Davide Zappalà: “Abbiamo voluto fare questo incontro perché è un tema sentito e perché è necessario fornire il miglior servizio possibile alla cittadinanza. Il confronto diretto con chi opera sul campo, in questo caso le nostre strade, è stato utile per capire le reali necessità e ascoltare le varie esperienze per cercare di arrecare il minor disagio possibile in caso di neve”.

I commenti sono chiusi.