BI24_FLASH_LA QUESTIONE. Alessio Ercoli, Lega: “Ora al Pd va bene mettere a pagamento il parcheggio dell’Ospedale?”

biella-alessio-ercoli-giovani-padani-biella24

_Alessio Ercoli (consigliere Lega Biella)
Leggo con stupore la giravolta del PD biellese sul parcheggio dell’ospedale di Biella: ora sono d’accordo nel metterlo a pagamento! Questa nuova posizione contrasta con quella tenuta dall’ex Sindaco Cavicchioli durante la firma del documento a gennaio 2018 e riconfermata qualche ora prima del comunicato della nuova segreteria del PD. “Non c’è alcun motivo per cui Biella debba mettere a pagamento i posti sul suo territorio”, dichiarava la mattina di martedì 12 novembre Cavicchioli (PD), che aveva diffidato il Comune di Ponderano e ASL dal contrastare il documento che stabiliva che i 174 parcheggi nel territorio del Comune di Biella dovessero restare gratuiti. “Ci sembra ragionevole la cifra di un euro al giorno deliberata”, dichiaravano invece il pomeriggio sempre di martedì 12 novembre dalla segreteria del PD, in barba alla diffida del loro stesso ex Sindaco.
Noi della Lega ci chiediamo quindi se sia cambiato qualcosa dal 2018. Qual è la posizione del PD? Noi restiamo coerentemente d’accordo con le parole del Sindaco Corradino: facciamo le dovute valutazioni e non è detto i parcheggi che insistono nel territorio della città di Biella debbano diventare a pagamento, né tanto meno che lo debbano diventare tutti e 174. Non vorremmo che il PD, per difendere il nuovo Sindaco di Ponderano, ponga le basi per far pagare anche i parcheggi nell’area del Comune di Biella non più amministrato.
Appiattirsi sull’attuale posizione del PD di rendere tutti gli stalli a pagamento vuol dire arrendersi alla posizione iniziale del loro ex Sindaco e non lasciare margini di ulteriori ragionamenti. Facciamo piuttosto un ragionamento che tenga in conto sia delle risorse per garantire la manutenzione della zona sia delle risorse dei cittadini biellesi, che in ospedale vanno per motivi di salute o per trovare i propri cari, rispettando gli accordi presi neanche due anni fa proprio da chi ora sembra volerli disattendere.

I commenti sono chiusi.