BI24_FLASH_IL PERSONAGGIO. Roberto Pella, confermato vice Presidente vicario dell’Anci: “Sempre più impegno e dedizione…”

primo-giorno-camera-pella-biella24-004

_Roberto Pella (Deputato Forza Italia)
Sono molto felice di aver ricevuto la riconferma da parte del Presidente ANCI Antonio Decaro, eletto all’unanimità dall’Assemblea di Arezzo, come Vicepresidente vicario dei Comuni italiani: voglio onorare questo incarico con sempre maggiore impegno e dedizione, nel solco dell’esperienza degli ultimi due anni e mezzo, rappresentando al massimo delle sue potenzialità il tema dei Comuni di minore dimensione demografica cui lo stesso Presidente Decaro ha dedicato proposte e particolare attenzione durante la Relazione annuale. Ringrazio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per l’auspicio che ha convintamente espresso durante il proprio intervento ad Arezzo sull’urgenza e la necessità di approvare in tempi brevi la proposta di legge “Liberiamo i Sindaci”, sottoscritta da tutti i Sindaci dei Comuni capoluogo e da oltre duemila primi cittadini.
Tale proposta, presentata al Presidente della Camera dei Deputati On. Roberto Fico, in un incontro tenutosi lo scorso 8 novembre 2018, oggi ha fatto un grande balzo in avanti, essendo attualmente assegnata in discussione nelle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio. Come hanno precisato sia il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sia la Viceministra all’Economia Laura Castelli durante il loro intervento in Assemblea una parte delle proposte sarà già recepita dal Decreto Fiscale, mentre il resto dovrà trovare un rapido completamento del percorso parlamentare avviato.
Dobbiamo porci l’obiettivo di approvare in Commissione il testo prima dell’arrivo della Legge di Bilancio in Aula, poiché si tratta di istanze espresse dai cittadini e dai territori, dall’intera “base” del nostro Paese come il Presidente Mattarella ha voluto definire i Comuni d’Italia: “liberiamo” i sindaci e gli amministratori locali da tutti gli ostacoli che ne impediscono un’attività continuativa e regolare durante il loro mandato e che, soprattutto, li impegnano in attività e compiti anacronistici. Miglioreremo la qualità di vita delle nostre comunità, produrremo risparmi e impiegheremo risorse umane e materiali in progetti ambiziosi e di respiro per la crescita e lo sviluppo del Paese.

I commenti sono chiusi.