BI24_FLASH_LA QUESTIONE. Livia Caldesi, Fdi: “Cittadinanza onoraria alla Segre? Sono soltanto ‘bassi interessi di bottega’…”

livia caldesi

_Livia Caldesi (Fratelli d’Italia Biella)
I Gruppi consiliari che hanno appoggiato la candidatura a Sindaco di Dino Gentile hanno presentato una mozione in Consiglio Comunale volta ad ottenere il conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre. Qualcuno potrebbe interrogarsi sul perché Dino Gentile ed i suoi Consiglieri non abbiano sentito il desiderio di avanzare questa proposta durante il precedente mandato, quando già sedevano sui banchi dell’opposizione (l’altra!), e neppure l’abbiano sentito nei cinque anni ancora precedenti, quando Gentile era addirittura Sindaco, ma in realtà la domanda che occorrerebbe seriamente porsi è perché se dal 1946 ad oggi nessun Amministratore biellese abbia mai ritenuto doverlo fare oggi questo sentimento sia così all’improvviso diffuso e sentito. E perché, dettaglio non di poco conto, questa attenzione si sia tradotta nella richiesta della cittadinanza onoraria in numerosissimi Comuni Italiani da parte di esponenti del centrosinistra.
Pare che oggi tutti si spendano per la Senatrice Segre – addirittura l’On. Azzolina della quale nessuno più percepiva la presenza ha emesso un vagito rinverdendo in tutti noi la memoria della sua esistenza – ma è deprimente rilevare che questa è un’attenzione inequivocabilmente interessata e non so quanto sentita! E’ deprimente vedere che, complice un’informazione vergognosa, si sia utilizzata la figura della Senatrice Segre per bassi interessi di bottega! Il rispetto per la Senatrice e per ciò che rappresenta credo si riconosca innanzitutto astenendosi dallo strumentalizzarli per biechi calcoli politici e propagandistici. Il Gruppo di Fratelli d’Italia, non intendendo allinearsi a quanti oggi sfruttano la figura della Senatrice, esprimer
à quindi voto contrario a questa mozione le cui finalità sono chiare a tutti ed infinitamente lontane dallo scopo – dichiarato – di voler ottenere un riconoscimento per Liliana Segre.

I commenti sono chiusi.