BI24_FLASH_IL DRAMMA DI ERIKA RUSSO. Cavaglià: a 18 anni, muore scavalcando un cancello, strangolata dalla sua maglia

Erika Russo Testagrossa

La famiglia e gli amici sono in lacrime, l’Istituto Alberghiero è in lutto, il Biellese letteralmente sconvolto: è veramente difficile accettare quello che il fato a riservato ad Erika Russo Testagrossa, la studentessa 18enne di Cavaglià, che nella notte tra sabato e domenica ha perso la vita in maniera assurda, strangolata dal suo maglione mentre stava scavalcando il portone della casa della sorella. Il fatto è avvenuto a Loranzè, un piccolo centro del Canavese. Secondo la ricostruzione dei fatti compiuta dai Carabinieri, a notte fonda Erika sarebbe rientrata dopo una serata tra amici e, per non svegliare la sorella che si trovava in casa, avrebbe deciso di scavalcare il cancello dell’abitazione. A quel punto, il dramma: il maglione che resta impigliato nelle inferiate, la giovane che non riesce a liberarsi, l’aria che manca… Il corpo della 18enne, è stato ritrovato il mattino dopo proprio dalla sorella, che si era appena svegliata. La ragazza ha subito chiamato il 118 ma l’intervento dei medici è stato vano: il corpo di Erika era già privo di vita da ore. Mentre il dolore della famiglia Russo e degli amici di Erika esplodeva in tutto il suo terribile fragore, i carabinieri richiedevano l’intervento di un medico legale, per escludere qualsiasi altra ipotesi.

I commenti sono chiusi.