BI24_FLASH_DALL’OSPEDALE. Il Reparto di Ostetricia e Ginecologia, sarà presente al Congresso Mondiale di Laparoscopia

asl convegno laparoscopia

(c.s.) Attività clinica, ma anche costante aggiornamento e ricerca. Sono questi gli elementi che caratterizzano tutta l’équipe di Ostetricia e Ginecologia dell’Asl di Biella diretta dal Dott. Stefano Uccella. Nei giorni scorsi il dott. Uccella ha partecipato – in qualità di relatore e docente – ad alcuni dei convegni prestigiosi a livello europeo.
Si tratta del corso di Anatomia Chirurgica della International School of Surgical Anatomy – dove è stato tutor e membro della Faculty – e il Congresso Europeo di Endoscopia Ginecologica dove ha tenuto una relazione su come eseguire l’isterectomia nei casi più complessi. Partecipazione importanti a cui ne seguiranno anche altre e che anticipano un evento significativo.
L’ostetricia e ginecologia dell’Asl di Biella sarà, infatti, presente al Congresso Mondiale di Laparoscopia. In questa circostanza il Dott. Uccella illustrerà a colleghi provenienti da diversi continenti le tecniche migliori per eseguire in sicurezza gli interventi in caso di endometriosi grave.
Un’occasione preziosa in cui illustrare quanto avviene quotidianamente nella pratica clinica biellese. Un’attività, quella scientifica, che si affianca in parallelo pratica clinica di ogni giorno: sono diversi i protocolli di ricerca attivi approvati dal Comitato Etico. “Solo nel 2019 – afferma il dott. Uccella – abbiamo pubblicato dodici articoli scientifici su prestigiose riviste internazionali tra cui l’American Journal of Obstetrics and Gynecology, l’American Journal of Perinatology e l’International Journal of Gynecological Cancer.
Sono risultati significativi sotto il profilo della crescita professionale, ma soprattutto contribuiscono al raggiungimento del nostro obiettivo: curare le donne nel modo più efficace possibile, rendere Biella una realtà sempre più attrattiva per le donne che necessitano del nostro aiuto e hanno bisogno di un’assistenza specialistica e, al tempo stesso, valorizzare le nostre competenze anche nel panorama della Ginecologia Internazionale”.

I commenti sono chiusi.