BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA/1. Pieri e Scassa: “La lingua inglese, purtroppo, sembra valere più di quella italiana…”

bandiera inglese

_Claudia Pieri, Sergio Scassa
Vorremmo tentare di recuperare la lingua italiana e di ‘cancellare’ dalla mente, sino ai limiti del possibile, la stolta lingua inglese, campionessa assoluta dell’ignoranza locale! Ci ha provato persino, tempo fa, il Direttore del quotidiano ”La Verità” Mario Giordano, scusandosi con noi lettori per l’uso, ormai troppo ‘ripetuto’ delle parole di madre lingua ‘inglese’. Sono state rammentate le parole ormai inglesi di uso comune a addirittura di uso ‘nostro’: In tale circostanza, ecco che sono improvvisamente saltati fuori i termini ‘design’, ‘glo series’, ‘pocket’, ‘device’, smart,, ‘soluzioni customizzate’, ‘lifestyle’, ‘partnership’, ‘smart’ eccetera eccetera! Il Direttore del quotidiano ha (vanamente) tentato di fortemente resistere ricordando il motto mussoliniano ‘Dio stramaledica gli inglesi’, ma ormai alla fine, sia pure di poco, ha dovuto cedere alla … lingua degli ignoranti, e cioè all’inglese!
Ed è stato inutile anche dotarsi del vocabolario ‘DevotoOli’: il mondo anglosassone sembra definitivamente ‘padrone’ della nostra lingua la cui pronuncia inglese viene pluri-reiterata giornalmente da stolti ignoranti semi-analafabeti. Ecco che cosa ha scritto, sul punto, il Direttore Mario Giordano: “… con il diavolo english che ci assale da ogni parte, cadere i tentazione è facilissimo. Siamo bombardati”. Noi. seguaci fedelissimi e linguisti addirittura ‘feroci’ di Mussolini, non sentiamo assolutamente la necessità di sentirci … ‘stupidotti’: siamo fermi ai ‘film’ (oh no, per Dio, alle … ‘pellicole’!) e non vogliamo proseguire: ci fermiamo dunque alle … ‘pellicole’!

I commenti sono chiusi.