BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA/2. Spaudo e Frigerio: “Ecco gli amici importanti e colti, dell’assassino Cesare Battisti…”

Battisti-625x350-1544814803

_Raffaella Spaudo, Giulio Frigerio
Vogliamo tornare a ‘parlare male’ del delinquente assassino Cesare Battisti e, soprattutto, di coloro che non si sono ancora vergognati di averlo ‘difeso’! E’ vero che un ‘compagno’ è sempre un ‘compagno’, ma noi abbiamo di fonte a noi lo ‘schifo’ dei suoi… ‘ammiratori’! Ricordiamo a tutti che, nel 1993, il delinquente Battisti venne condannato all’ergastolo per quattro omicidi volontari. Ciononostante (ed anzi, proprio per questo!) è stato il terrorista più amato, difeso e protetto del mondo, ma soprattutto nel nostro Paese. E’ bene ricordare che nell’ormai lontano 2004 decine di scrittori e artisti firmarono incredibilmente un ‘manifesto’ a favore dell’”intellettuale delinquente”.
Ma è significativo che lo firmarono scrittori e artisti come Bernard Henry Levy, Valerio Evangelisti, Tiziano Scarpa, Daniel Pennac, Fred Vargas, ed altri nomi… ‘illustri’?! Ma i nomi che spiccarono su tutti, furono il noto ‘vignettista’ Vauro Senesi ed il mai troppo maltrattato ‘scrittore’ Roberto Saviano. Se i difensori ideologici dell’ex ‘Proletario Armato per il comunismo, generalmente chiacchieroni, ora stanno completamente (e signorilmente!) muti, vuol dire che cominciano a sentire in modo aperto la vergogna, tanto più che è stato proprio Cesare Battisti, dal carcere, con una propria dichiarazione, a smentire i suoi ‘aficionados’ più imbecilli.
Ma a lamentarsi del clima forcaiolo e festaiolo per la cattura del loro ‘beniamino’ è stata tutta la sinistra italiana. Secondo il loro ragionamento, un ‘compagno’ che sbaglia è pur sempre un ‘compagno’ e, come tale, va trattato bene e difeso. Questi post-comunisti se non ci fossero bisognerebbe inventarli! E’ giusto che ce li ricordiamo tutti, uno per uno, per esprimere pubblicamente il nostro disprezzo nei loro confronti, in quanto… ‘amici dell’assassino’!

I commenti sono chiusi.