BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Frigerio, Ilari e Girardi: “Mattarella, Napolitano e Diliberto: ecco il disastro del comunismo…”

presidente-mattarella-biella24

_Giulio Frigerio, Federica Ilari, Paolo Girardi
A febbraio abbiamo ritenuto, forse anche un po’ con eccessivo ottimismo, di cantare vittoria. Il nostro ‘emerito’ (anzi, troppo poco simpatico!) Presidente della Repubblica, nel discorso per ricordare l’eccidio delle foibe perpetrato dai comunisti titini, ha finalmente usato alcune volte la parola “comunismo” associandolo al nazismo. Era ora! Ma in una Nazione, la nostra, dove un Presidente della Repubblica come l’ineffabile Napolitano, all’epoca dell’occupazione dell’Ungheria nel 1956 e della soppressione dei ‘moti’ di Praga nel 1966, quando era esponente di spicco del Partito Comunista, ha giustificato ed apertamente approcciato la presenza e l’ingerenza sovietica, ci si può aspettare tutto ed il contrario di tutto!
Qualcuno si aspetta dei ‘mea culpa’? Aspetterà molto, ma molto a lungo. E’ bene ricordare che abbiamo avuto anche un Ministro della Giustizia, Diliberto, comunista inveterato da sempre, che appoggiava apertamente ed elogiava quei paesi dove, in nome del comunismo, la giustizia si regolava… con il plotone di esecuzione. Noi purtroppo non crediamo che i comunisti siano scomparsi, ed anzi crediamo che siano ben presenti e molto… ‘attivi’. Purtroppo!

I commenti sono chiusi.