BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA/1. Pieri e Orcelletto: “O stiamo invecchiando noi, o sta cambiando in peggio l’educazione dei ragazzi…”

frasi-maleducazione

_Claudia Pieri, Attilio Orcelletto
Molti di noi, genitori di età già un po’… “avanzata”, si stanno chiedendo che cosa stia ormai succedendo nel mondo della scuola. E’ sempre più complicato e difficile interpretare le ‘novità’ e le ‘differenze’ dal passato che vivevamo nelle aule scolastiche e nei corridoi ove ‘giganteggiavano’ le ‘note sul registro’! E noi ci chiediamo come si può interrompere, come in un corto circuito, il legame con la “palestra di vita”, con quella vitalità educativa che deve formare il carattere e la ‘forza’ per quello che la vita riserverà loro.
Noi siamo amici da una vita intera e quindi siamo abituati a sentirci ed a colloquiare per cercare di comprendere e di prevedere quello che la vita ci potrà offrire. Noi, forse, apparteniamo ad un’altra generazione, che ormai sta quasi scomparendo, o forse già ‘sparita’ e ‘dileguata’, quella che poi portava noi alunni birbantelli e focosi persino dietro l’antica lavagna come ‘punizione’ intra-scolastica. Ma quel timore, quella paura della sanzione, quell’istinto giovanile temperato dal rispetto totale per il ‘Maestro’, ci hanno ‘modellato’, educato, fatto decisamente abili ad affrontare la vita e soprattutto a trasmettere i più che giusti insegnamenti ai nostri figli.
Può sembrare una sciocchezza, ma ora, con la soppressione delle “note” tanto temute (e per questo educative!), stiamo dando strada libera a chi forse non è come noi, ragazzi di una volta, ma ai tanti ‘bulletti’ coperti da ‘genitori falliti’. Rischia di essere un momento molto triste della non facile vita genitoriale! Impegniamoci a fondo, con convinzione e con passione!

Annunci

I commenti sono chiusi.