BI24_FLASH_DALLA VALLE CERVO/1. Miagliano: ‘Wool Experience’ 2019, proporrà eventi fino a fine mese, tra cultura e natura

miagliano-passeggiata-autore-19-biella24-002

(c.s.) Questa domenica, 13 ottobre, la Rete Museale Biellese chiude ufficialmente la stagione 2019, ma non il Lanificio Botto che ancora proporrà eventi fino a fine mese. Dopo domani, Passeggiata con l’autore; Danilo Craveia presenterà il suo libro “Petali in rima e giardini in versi”, sottotitolo: fiori e piante nella poesia biellese, edito dal DocBi e dal Garden Club nel 2018. Il 19 e 20 ottobre Dark Room Stories, seminario di fotografia analogica con sviluppo e stampa in camera oscura con Guido Salvini. Il 27 l’ultima passeggiata con l’autore: Andrea Zombolo e il suo libro: Ysengard, la maledizione della Vergine nera
L’appuntamento di questa domenica prevede una passeggiata che dal Lanificio si inoltra lungo la roggia con l’autore Danilo Craveia. Le letture saranno curate da Manuela Tamietti che è anche la coordinatrice del progetto Wool Experience. Il progetto è dell’associazione Amici della lana che dal 2013 è attiva all’interno della fabbrica di Miagliano e prevede il coinvolgimento di numerosi partner: Storie di Piazza, ATL, Rete Museale Biellese, Osservatorio Biellese Beni Culturali e Paesaggio, altre associazioni e il contributo di Fondazione CR Biella.
Danilo Craveia, archivista professionista è un noto cultore di storia locale, ha pubblicato una decina di volumi relativi a vari aspetti storiografici del Biellese, nonché una ventina tra articoli e saggi sulla “Rivista Biellese” e il “Bollettino DocBi”. Collabora inoltre con “Eco di Biella” con oltre 200 articoli all’attivo. Craveia è responsabile tecnico del Centro di Documentazione dell’Industria Tessile (Fabbrica della Ruota), dell’Archivio Zegna (Casa Zegna), dell’Archivio del Santuario di Oropa e dell’Archivio di Festivaletteratura di Mantova.
Il suo libro abbraccia quattro secoli di poesia, dall’inizio del Seicento alla fine del Novecento, e attinge a quei i poeti biellesi che non smettono di riferirsi ai fiori, di evocarli o di elencarli. La poesia “floreale” si coniuga con la caducità delle esperienze, delle emozioni, dei sentimenti e dell’esistenza in generale. Quella biellese non rappresenta di certo un’eccezione, anzi, narra di Amore e morte, fede e vita, ricordo e speranza, etica ed estetica.
Da ricordare infine che domani, sabato 12, dalle 15 alle 18 avrà luogo una Residenza d’artista con Storie di Piazza legata al Doppiaggio, presso lo Studio Shinè di Masserano, un workshop di tre ore per scoprire i segreti della recitazione microfonica con Alessandro Germano, doppiatore torinese che lavora a Milano, Torino e Roma. Sarà presente anche Manuela Tamietti, regista biellese che ha dato voce a cartoni animati, telefilm e pubblicità. Ingresso libero. Informazioni e prenotazioni: 320.0982237, amicidellalana@gmail.com.

Annunci

I commenti sono chiusi.