BI24_FLASH_SENZA PELI SULA LINGUA. Dario Angiono: “Ambiente e futuro: quei 200 ragazzi in strada, sfruttati dai politici…”

biella, gretini in corteo

_Dario Angiono
Cosa si potrebbe pensare se un giorno ti trovi nel passeggiare per Biella ed incontri circa 200/300 studenti armati di cartelli ed accompagnati da baldi professori dall’aspetto degno del miglior Che Guevara? Potresti pensare che son tornati i tempi quando il compianto
Guerillero Hecoico veniva osannato come emblema rivoluzionario dell’anti-imperialismo. Niente di tutto ciò. Ti trovi invece ad osservare il Fridays for future by Biella i seguaci della ‘mitica’ dalle lunghe treccine Greta Thumberg. Attenzione non vi è ironia in quello che dico, anzi, penso che la protesta sia condivisibile come non potrebbe esserlo, sarebbe errato dire che l’urlo che sale dai manifestanti non possa che essere accolto con assoluta convinzione così come essere in linea con un cartello esposto che recitava “preferirei del verde tutto intorno”, degna espressione di Salvini per un’analisi socio politica.
Mi venga consentita, una legittima osservazione. Al fronte di tutti questi buoni propositi ci saranno dei seguiti comportamentali, praticamente sapranno coloro che protestano far seguito con un comportamento in linea con le loro aspettative? Questa si che è una bella domanda. Chissà se uno solo dei manifestanti sarà in grado, giunto all’età della patente nel rivolgersi ai genitori dirgli: “papà, mamma voglio un’auto elettrica, se non me la comprate vado a piedi o in bici”. Bellissimo, la città sarebbe invasa da un mare di runner o di ciclisti, ma cavoli se abiti a Graglia od al Favaro sei fottuto. A fronte di tutto questo se si potesse avere un filo diretto con il mitico George dal patrimonio stimato di circa 25,2 miliardi di dollari, chissà potremmo avere un piccolo obolo per poter far fronte alla spesa dell’auto, ma ne dubito, ne dubito fortemente.
Sappiamo che se solo si volesse il mondo avrebbe/potrebbe inquinare meno, solo che non c’è la volontà che questo avvenga. Vedete, l’esperienza mi ha portato a capire che nessuno e dico nessuno non fa come il cane, esso non muove la coda per niente, non si
dovrebbero pertanto creare illusioni, soprattutto coinvolgendo coloro che vivono nell’ingenuità dovuta all’età, non prendeteli per il c… per pura opportunità politica. Se ci deve essere rivoluzione essa sia, attenzione però che in mezzo ai rivoluzionari ci sarà sempre chi si annida per fare il contro rivoluzionario, non ci troviamo mica di fronte a dei semplici burattinai di palazzo ma dei manipolatori della verità, coloro che con la globalizzazione si sono creati delle ricchezze e non penso siano tanto propensi ad abbondare i loro profitti per un mondo diverso, a meno che in questo mondo diverso si presti a delle ulteriori opportunità.
Questa ultima supposizione può essere l’ago della bilancia per un mondo più verde, non si hanno delle chiare origini tanto per essere, non si creano ricchezze tanto per creare, non si governa il mondo per puro caso, come noterete la speranza per avere un mondo meno inquinato è verso coloro che lo stanno inquinando. Per il momento in barca a vela negli Stati Uniti ci siamo andati, si sa che per portare indietro l’imbarcazione da New York quattro membri dell’equipaggio sono andati in aereo fino alla “grande mela”, mentre lo skipper tedesco per velocizzare il rientro è ritornato in aereo in Europa, alla faccia della coerenza. Detto ciò possiamo allegramente dire che è vero che la soluzione del viaggio è stata imperfetta, ma è giusto affermare che come dichiarato “Greta spingerà il mondo ad una presa di coscienza”. Per il momento la vedo tanto una presa per il c… Per chiudere in bellezza propongo una protesta in Piazza Tienanmen, non è forse la Cina uno dei paesi con il maggiore tasso di emissione di CO2? Li però la vedo dura, molto dura…

Annunci

I commenti sono chiusi.