BI24_FLASH_DA “CITTA’STUDI”/1. Academy: un innovativo modello formativo per gli aspiranti tecnici del settore tessile

academy cittàstudi 1

_NOTIZIE DA “CITTA’STUDI”:
Sono oltre 7.700 le figure di tecnici tessili utili a soddisfare il fabbisogno delle aziende secondo fonti Istat. Sono tutte figure difficili da trovare, lo scorso anno nel Biellese la richiesta ha superato ben 500 unità. I tecnici sono figure intermedie che intervengono nel processo produttivo e non necessariamente devono essere in possesso di una laurea. Al fine di avere una posizione autonoma, queste figure abitualmente vengono formate direttamente dalle aziende con tempi medi di 4 anni, tempi troppo lungi che oggi le aziende non possono più permettersi.
Per soddisfare questo fabbisogno Città Studi Biella, polo formativo di eccellenza tessile, ha ideato il progetto Academy”: un innovativo modello formativo per aspiranti tecnici, principalmente del settore tessile, progettato grazie alla collaborazione delle principali aziende di settore. Tramite questo nuovo modello, Città Studi Biella agevola l’inserimento immediato e rapido in azienda di queste figure, fornendo un esempio unico nel suo genere e portando un beneficio significativo alle aziende del territorio.
“Infatti, l’Academy di Città Studi offre – come sostiene Pier Ettore Pellerey, Presidente di Città Studi Biella- una formazione business oriented che risponde direttamente a specifiche esigenze aziendali con corsi brevi e pratici, che permettono di formare tecnici intermedi in grado di entrare subito in azienda in modo assolutamente autonomo con tempi di formazione dimezzati rispetto quelli tradizionali”. Il format “intensivo”, attivato on demand per le aziende in cerca di nuovo personale o di maggiori skill, si sviluppa attraverso un piano formativo di 250-300 ore che alterna lezioni in aula e attività pratiche direttamente in reparto. “Questo modello formativo, unico nel panorama nazionale, attraverso il metodo fast lane e grazie alle partnership di importanti aziende leader del settore tessile a livello mondiale – prosegue Pellerey-, rappresenta una risposta concreta alla domanda urgente di figure specializzate con focus sulla riduzione della disoccupazione e l’abbandono scolastico”.
Ed è l’unicità a livello nazionale del modello Academy che riconosce in Città Studi il punto di riferimento della formazione tessile italiana. “Proprio in questi giorni – sostiene Pellerey- stiamo raccogliendo le candidature per selezionare coloro che potranno beneficiare di questa importante opportunità”. E’ una vera e propria scuola d’impresa per la formazione diretta del personale e la crescita dell’azienda con: l’analisi dei fabbisogni delle imprese, l’erogazione corsi di breve durata per formare le figure tecniche specializzate, un ampio spazio alla formazione pratica su impianti industriali e un know-how subito spendibile in azienda. La parte pratica assume un’importanza rilevante in quanto una grossa fetta del piano formativo prevede lezioni reali sui macchinari industriali con le modalità operative di un vero processo produttivo.
Tale format può essere erogato sia a giovani con percorsi di studio eterogenei che a dipendenti in fase di riconversione o di specializzazione. Il progetto è partito attivamente pochi mesi fa con ottimi risultati, infatti sono state formate 25 nuove figure tecniche subito inserite in azienda. I primi corsisti, riguardavano l’area tessile, vista la tipologia distrettuale del Biellese, con specializzazione in tessitura e filatura. La rosa dei corsi gratuiti dell’Academy prevede inoltre corsi ad hoc per tecnologi tessili, disegnatori, operatori di rammendo e rimaglio e a seguire l’offerta si arricchirà anche di particolari corsi nel campo digitale come: cyber security, omnichannel marketing, vendita 4.0, digital transformation, processo R&D, gestione HR 2.0.
Il ruolo dell’azienda è fondamentale, ad oggi i partner del progetto sono aziende leader del settore del tessile mondiale: Lanificio Ermenegildo Zegna, Loro Piana, Marzotto Group, Piacenza Cachemire, Reda, Vitale Barberis Canonico. Con il supporto di: Unione Industriale Biellese e Fondazione Cassa di Risparmio di Biella. Sono le stesse imprese a commissionare il corso che talvolta risulta essere propedeutico a nuove assunzioni, in questo caso i candidati vengono selezionati dalla banca dati dello sportello dei Servizi al Lavoro di Città Studi, accreditata dalla Regione Piemonte. In questi giorni si stanno raccogliendo le candidature per questa importante opportunità lavorativa. I prossimi corsi partiranno da metà ottobre. Per ogni ulteriore informazione è possibile contattare Città Studi ai numeri 015 8551111, scrivere a academy@cittastudi.org o consultare l’apposita pagina web sul sito www.cittastudi.org.

I commenti sono chiusi.