BI24_FLASH_DALL’OSPEDALE. Fino al 30 settembre, nell’atrio, una mostra che racconta le storie degli stomizzati

ospedale, mostra foto alberi 02

(c.s.) È stata presentata ufficialmente il 17 settembre e sarà visitabile ogni giorno fino al 30 Settembre – nell’atrio dell’ospedale di Biella – la mostra fotografica #UNSACCODARACCONTARE… in giro che da il titolo alla campagna europea realizzata dalla FAIS onlus: la Federazione delle Associazioni Incontinenti e Stomizzati Italiani. Allestita nello spazio mostre fino al 30 Settembre, questa esposizione è soprattutto una possibilità per accendere i riflettori sul tema della stomia. Cosa è una stomia? Perché la stomia? Chi è lo stomizzato? Quali pregiudizi deve affrontare? Che vita conduce? Sono alcune delle domande alla base di un progetto nato per dare risposte e che, in qualche modo, ha visto queste risposte emergere da 14 scatti e dai sui protagonisti.
Perché la campagna #UNSACCODARACCONTARE…in giro è fortemente centrata sulla persona. Il corpo racconta una storia vissuta tra sofferenze e rinascita. Uomini e donne – tra i due e gli ottant’anni – stomizzati o ex stomizzati hanno risposto all’appello pubblico lanciato sui social. Solo due condizioni: metterci la faccia e l’addome con sacca ben in vista. Lo hanno fanno attraverso emozionanti scatti in cui appaiono con addome scoperto e sacca in vista ed una loro frase che meglio rappresenta come vivono oggi la loro condizione. All’interno della mostra è presente anche la foto di una paziente biellese prematuramente scomparsa, mamma Fiorella, a cui nei mesi scorsi Apistom Biella ha dedicato la donazione di un’apparecchiatura.
“Abbiamo condiviso fin dall’inizio – ha detto il commissario dell’ASL di Biella Diego Poggio – i valori di questo progetto e siamo felici che il nostro ospedale ospiti una mostra così significativa. Crediamo che un’Azienda Sanitaria abbia anche il compito di diffondere valori
culturali e di sensibilizzazione sociale e pensiamo che questa esposizione racconti il volto umano della malattia, il volto di chi non si arrende, di chi mostra con fierezza le proprie cicatrici perché sa che anche grazie a quelle cicatrici è oggi più forte di prima”. #UNSACCOSARACCONTARE… in giro è anche un progetto più ampio che prevede anche uno speciale maternità nel quale Manuela, una giovane mamma palermitana stomizzata, si mostra dopo aver dato alla luce due gemelli nel dicembre del 2016. La mostra continuerà a girare l’Italia, prossime tappe il Campania, l’Emilia Romagna, Lazio e la Toscana.
Tutte le informazioni su www.unsaccodaraccontare.it. Alla presentazione insieme al commissario dell’ASL Biella hanno partecipato Presidente nazionale della FAIS (Federazione delle Associazioni Incontinenti e Stomizzati), Pier Raffaele Spena, e il Presidente APISTOM Biella, Carmine Damiano, la Dott.ssa Antonella Croso, Direttore Direzione delle Professioni Sanitarie, il Dott. Stefano Zaramella, Direttore SC urologia ASLBI e il Dott. Roberto Perinotti, Responsabile della Struttura Semplice di Chirurgia Colorettale e Proctologica dell’ASL BI.

Annunci

I commenti sono chiusi.