BI24_FLASH_DALLA VALLE CERVO. Wool Experience: da oggi, “Crack24” gira per il Biellese e intervista la gente sul clima

Centrale 2019

(c.s.) Il programma culturale Wool Experience in collaborazione con numerose associazioni, Rete Museale Biellese e il contributo di Fondazione CR Biella prosegue con una ricca attività per i fine settimana: per fine agosto il progetto ClimateIsNotCool di Crack24 e per l’8 settembre una visita guidata sulle tracce del trenino Biella-Balma.
Da oggi la compagnia professionale Crack24 di Torino, girerà per il Biellese a caccia di informazioni sul cambiamento climatico e la consapevolezza raggiunta dalla popolazione; i giovani attori si sguinzaglieranno in diversi luoghi, per cui se al mercato, o al Piazzo, o a Bolle di malto o in qualche locale dei ragazzi vorranno intervistarvi, sappiate si tratta di “Acclimatiamoci” indagine del progetto ClimateIsNotCool che partirà proprio dal Biellese per proseguire nei prossimi mesi su scala nazionale. Il progetto intanto si concretizzerà
a Miagliano con un Festival teatrale dedicato all’ambiente il 31 agosto e 1° settembre. All’interno del Festival sono stati invitati alcuni esperti, tra questi Giuseppe Paschetto che sarà al Lanificio alle 21 di sabato 31 agosto.
Crack24 crede che la lotta contro la crisi climatica e ambientale si possa realizzare con più efficacia se la comunità riscopre una sua compattezza; lo strumento utilizzato è quello dell’arte, dell’improvvisazione, del teatro che attraverso un rapporto diretto con la popolazione diventa strumento di creazione di nuove forme di socialità, consapevolezza e responsabilità. L’ingresso è a offerta libera.
L’appuntamento successivo sarà alle 15 dell’8 settembre e si entrerà nella grande fabbrica Botto per vedere l’attività del Consorzio di Biella The Wool Company con Nigel Thompson che racconterà il processo fondamentale di selezione lane che avviene nel suo magazzino di raccolta lane sucide. Successivamente si visiterà il villaggio operaio con Davide Varesano sulle tracce del trenino che entrava nella fabbrica di Miagliano, uno snodo importante della valle Cervo, inaugurato nel 1891 e rimasto attivo fino al 1958.
Perché a Miagliano il “trenino all’incontrario va”, come nella nota canzone di Paolo Conte? Era in questo caso non un treno dei desideri ma un treno che con una manovra di regresso affrontava la salita verso Andorno.
Il trenino faceva parte delle FEB (Ferrovie Economiche Biellesi) ed era a servizio sia delle varie industrie quali la filatura di Tollegno, cappellificio Barbisio di Sagliano e cave della Balma ma anche gli stabilimenti idroterapici di Andorno Bagni. A Miagliano aveva il punto più importante della linea: qui vi era il raccordo merci tra la stazione ed il cotonificio Poma.
Ingresso libero. Informazioni e prenotazioni amicidellalana@gmail.com, 320.0982237. Il 15 settembre sarà la volta dello scrittore biellese Fabio Girelli che presenterà “La pelle del lupo” il suo ultimo giallo, che verrà presentato in questo unico appuntamento nella nostra Provincia, il libro è uscito con “La Stampa” poche settimane fa.

I commenti sono chiusi.