BI24_FLASH_IL MONDO VISTO DA BIELLA. Sandro Delmastro: “E’ ora di andare oltre la ‘geopolitica’, verso un futuro di sviluppo”

biella-sandro-delmastro-biella24

_Sandro Delmastro delle Vedove
Passando in rassegna la serie di crisi internazionali già descritte, la nota ‘scienziata’ Helga Zepp-LaRouche si chiede, comprensibilmente, “se vi sia un legame tra tutti questi diversi sviluppi”. In un recente articolo, datato 17 agosto, l’autorevole fondatrice dello Schiller Institute – che io leggo sempre con interesse e quindi con profonda attenzione – aggiunge e si chiede: “Andando più a fondo, ci stiamo dirigendo verso una nuova catastrofe o saremo in grado di adottare un ordine comune, di stabilire un sistema di relazioni internazionali che garantisca la sopravvivenza a lungo termine della specie umana?” Helga Zepp-LaRouche fa notare che il comune denominatore della maggior parte delle crisi è costituito dal “tentativo delle forze del vecchio e fallito sistema di minare il sorgere di nuove relazioni basate su principi nuovi e differenti” e chiede di impostare le relazioni internazionali su un livello superiore che corrisponda agli scopi comuni dell’umanità.
Concretamente, lei propone che l’Europa e gli Stati Uniti collaborino con Russia, Cina, India e altre Nazioni per la conquista del controllo dell’energia di fusione, che garantirebbe sicurezza energetica e materiale per tutti, e per un programma di esplorazione spaziale, che punti alla colonizzazione di Marte, per adempiere all'”imperativo extraterrestre” dell’umanità. Come già ho detto più volte, mi sono letteralmente ‘innamorato’ dell’idea della ‘colonizzazione’ di Marte, che è da considerare non più un ‘sogno per bambini’, ma ormai è da prendere in esame scientificamente e con termini temporali oggettivamente ‘contenuti’, e di certo più brevi più quelli che ritenevamo (ed ancora riteniamo!) corretti. La scienza spesso ci sorprende, ma quasi sempre ce la fa a farci vivere momenti di vero e reale grande stupore!

I commenti sono chiusi.