BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA/2. Claudia Pieri, Paolo Girardi: “I Magistrati, una categoria di cui ormai si deve avere paura…”

legge uguale x tutti

_Claudia Pieri, Paolo Girardi
E’ oramai da troppo tempo che avvengono fatti per così dire ‘poco chiari’, per usare un ‘grazioso’ (forse troppo!) eufemismo: i fatti di cui intendiamo parlare, infatti, riguardano certi magistrati. Sia ben chiaro, non è nostra intenzione utilizzare la ‘generalizzazione’ ma,
come privati cittadini, avvertiamo un certo pressante ‘malessere’, per non dire ‘sconcerto’ per quello che siamo ormai costretti a vedere.
Le vicende, di cui le cronache hanno ampiamente ed anche ripetutamente e quasi quotidianamente parlato, con vere e proprie situazioni paradossali che parlano in continuazione di ‘correnti’ e ‘concorsi’ in magistratura al limite del lecito, fanno dei giudici medesimi un gruppo ed un organismo da temere profondamente.
Se noi, comuni e tranquilli cittadini, dovessimo avere a che fare con certi personaggi saremmo colti dalla più che legittima ‘paura’ e soprattutto dallo ‘sconforto’. Per di più, non intendiamo parlare di un singolo magistrato, ma di una ‘rete’ vera e propria, fatta di collusioni e colpevoli ammiccamenti. Anche se prevalgono, per certo, i giudici per bene ed onesti. E’ qualcosa di veramente pazzesco e addirittura incredibile.
E tutto ciò nel silenzio totale e inspiegabile, almeno fin qui, di chi dirige la magistratura, con la pesante responsabilità che ne deriva. Non è forse vero, Presidente Mattarella? Non senti anche la ‘colpa’ per il silenzio che hai scelto come arma e metodo di intervento? Ne abbiamo le ‘scatole’ piene e vogliamo finirla con il nostro silenzio: non siamo ‘cretini’, come Tu e ‘loro’ avete avuto, più che credibilmente, modo di pensare: ora, per noi, è maturo il tempo per agire ed intervenire, anche con forza!

Annunci

I commenti sono chiusi.