BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA/1. Girardi, Orcelletto, Spaudo: “Le cosiddette ‘Ong’ sono una vera e propria banda di truffatori!”

sea-watch

_Paolo Girardi, Attilio Orcelletto, Raffaella Spaudo
E’ ormai affermazione purtroppo assai consolidata (e fasulla!) secondo la quale le cosiddette Ong ‘salverebbero le vite umane’. Non c’è assolutamente nulla di vero! Le Ong, in realtà, vanno in acque libiche appositamente per ‘gettare le loro reti’, per raccogliere un ‘carico’ di disgraziati da portare in Italia al fine di contrastare la politica di questo governo e per giustificare, in qualche modo, la loro ‘intensa’ raccolta fondi: dopo chi che se ne disinteressano completamente e dunque questa logica criminale giunge alla conclusione che il governo italiano si deve fare carico di tutte le persone che ‘girano’ per i corridoi europei e soprattutto nel nostro Paese!
E’ un affare enorme per le navi Ong (ricordiamolo, ’Organizzazioni non Governative’). Ma la verità è ancora più drammatica! In buona sostanza, per un pugno di clandestini scaricati nel nostro Paese, altre decine, o forse centinaia, muoiono perché, illusi ‘truffaldinamente’ dal comportamento di quelle Ong e soprattutto dal ‘miraggio’ dell’Italia, prendono il mare su barconi del tutto improvvisati. Come si sa, la legge del mare fa obbligo di salvare i ‘naufraghi’. Ma facciamo attenzione ai termini ed al loro significato corretto: i ‘clandestini’ non sono affatto ‘naufraghi’, ma sono soggetti che, illusi come sopra, scientemente si imbarcano su mezzi del tutto non in grado di affrontare una traversata nel Mar Mediterraneo.
Allora, è proprio il caso di dircela tutta, fino in fondo: il governo italiano è pienamente legittimato ed autorizzato a non dare accoglienza ed a respingere chi non salva vite umane, perché trasporta “chi non è un naufrago”! E’ francamente incredibile che il governo del nostro Paese voglia continuare a farsi prendere in giro da delinquenti che sfruttano fino in fondo la disperazione di poveri disgraziati, ben sapendo che, al momento, nessuno ritiene, erroneamente, di poter fare qualcosa di decisivo!

Annunci

I commenti sono chiusi.