BI24_FLASH_LA BIELLA CHE CAMBIA. Alla scoperta dei nuovi assessori: Max Gaggino. “Museo, teatro, biblioteca: sinergia”

Gaggino2

(c.s.) Massimiliano Gaggino torna a occupare un ruolo nella giunta di Palazzo Oropa, dopo aver ricoperto lo stesso incarico dal 2009 al 2014. A lui le deleghe a cultura, eventi, manifestazioni e innovazione tecnologica. «Rispetto alla prima esperienza – racconta -, ho trovato un’organizzazione degli uffici completamente differente e mi sono subito messo al lavoro per capire le nuove dinamiche e come si potrà agire per migliorare».
Fare sinergia sarà un tema chiave nell’operato di Massimiliano Gaggino. L’obiettivo è quello di fare interagire con maggiore assiduità alcune eccellenze: «Teatro, biblioteca e museo non dico che devono diventare un tutt’uno – spiega l’assessore -, ma ci sono possibilità per fare sinergia e lavorare per condividere una lunga serie di attività».
E’ obiettivo di Massimiliano Gaggino migliorare i servizi del Teatro Sociale: «La proposta culturale in questi anni si è sviluppata ed è cresciuta, ci sono in progetto nuove idee, ma parallelamente mi sta a cuore il fatto che la struttura avrà bisogno di una parziale ristrutturazione, da qualche anno è stata lasciata all’abbandono, e in giunta studieremo delle azioni per una serie di lavori». La prima azione concreta dell’assessore Gaggino è invece riferita alla delega legata all’innovazione tecnologica: «Durante una delle prime sedute di giunta abbiamo approvato una delibera che ci consentirà di svecchiare i computer in dote ai dipendenti: grazie a delle economie di bilancio si sono liberati fondi per l’acquisto di 100 nuovi pc, la dotazione era davvero obsoleta, basti pensare che tra il personale c’è chi ancora utilizza Windows Xp».
Gaggino nel futuro immagina poi un intervento mirato alla biblioteca: «Ci sono problematiche da risolvere, a partire da un miglioramento del sistema di condizionamento per la salvaguardia del patrimonio dei libri nei magazzini». Sul fronte eventi e manifestazioni due le azioni da intraprendere. «Da un lato punteremo a tre eventi, in primis per biblioteca e museo, ad ampio respiro per portare pubblico da fuori». Dall’altro una migliore comunicazione: «Vogliamo avviare nuovi canali, a livello regionale e nazionale, per far conoscere meglio i nostri calendari di eventi».

_Chi è?
Nato a Biella, il 30 ottobre del 1968, diplomato al liceo scientifico. Artigiano. Dal 2004 al 2009 è stato consigliere comunale di Biella in minoranza. Dal 2009 al 2014 è stato assessore a eventi, manifestazioni e innovazione tecnologica nella giunta guidata dal sindaco Dino Gentile. Dal 2014 al 2019 è stato capogruppo di Forza Italia in minoranza. Svolgerà lincarico in assessorato a tempo pieno.

Annunci

I commenti sono chiusi.