BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Girardi, Ilari, Spaudo: “L’Italia sconcia di oggi: la Meloni può essere insultata, la Rackete no…”

primo-giorno-camera-delmastro-biella24-003

_Paolo Girardi, Federica Ilari, Raffaella Spaudo
Ecco, questa è l’immagine sconcia dell’Italia di oggi! I saputelli ignoranti che rappresentano la sinistra sugli organi di informazione fanno letteralmente a gara per assistere, per ammirare e per difendere la Rackete dagli insulti sessisti. Ed ecco il buon vecchietto Pier Luigi Bersani, ex-segretario del partito democratico, che diventa vero e proprio ‘boxer’, lo scarsissimo scrittore Roberto Saviano ed il medico Gino Strada definiscono, con disprezzo evidentissimo ed addirittura dichiarato, “cultura di Salvini” il tentativo di ‘spiegare’ l’attuale problematica politica.
Non una sola parola di stima o di considerazione, invece, per la nostra bravissima Giorgia Meloni! Come hanno riconosciuto alcuni giornali, hanno preferito ‘donarle insulti indecenti ed osceni’ per avere espresso un più che giusto ed addirittura ragionevole doveroso convincimento della confisca e del cosiddetto affondamento delle ‘numerose’ navi definite ‘Ong’ che continuano, pare ininterrottamente, a muoversi dalla Libia a Lampedusa, ovviamente senza alcuna autorizzazione! E allora giù insulti di ogni tipo sulla povera Giorgia, rea soltanto di avere tentato di difendere la nostra Patria e la nostra sicurezza
Ecco quindi che si fa vivo , con la sua ‘autorevolissima’ (!) voce, i comunista Davide Faraone che, guarda caso, la taccia da ‘fascista’! Ed ecco che vale la pena di leggere un tal Lorenzo Mottola nel suo più che giusto articolo dedicato a Giorgia Meloni: “…nella imbarazzante arena politica quando la signora che si becca della ‘zoccola’ di destra non gliene frega niente a nessuno” per comprendere che ormai è non solo lecito ma anzi doveroso reagire: allora l’Italia ormai è nelle mani di mascalzoni senza alcuna moralità! Quindi, o ci rassegniamo oppure decidiamo di reagire con rabbia, con forza e con determinazione, nei confronti dei personaggi della sinistra che ‘involgariscono’ la più che giusta polemica politica!

I commenti sono chiusi.