BI24_FLASH_CARABINIERI. Abita a Biella, l’uomo che nei giorni scorsi ha ucciso Roberto Moschini nel Canavese

carabinieri-arresto-biella24

Abita a Biella da tempo Alberto Diatto, 60 anni, l’uomo arrestato nelle ultime ore dai Carabinieri canavesi per l’omicidio di Roberto Moschini, 57enne residente nel piccolo comune di Vistrorio, trovato cadavere nel suo alloggio un paio di notti fa. L’assassino avrebbe ucciso la sua vittima con un punteruolo metallico, al culmine di una lite scaturita forse per motivi di soldi e di droga. In casa della vittima, i militari hanno infatti trovato una piccola piantagione di marijuana.
Diatto, che già qualche giorno prima si era recato a casa di Moschini ed aveva discusso a lungo con lui, prima di tagliargli le gomme della macchina, sarebbe tornato a Vistrorio l’altra notte e dopo una violenta collutazione con l’amico, che conosceva dai tempi in cui viveva ad Ivrea, avrebbe inferto i colpi mortali. Il “biellese”, la sera del delitto, era stato fermato dai vicini di casa della vittima, ma era comunque riuscito a dileguarsi. La sua fuga, però, grazie alle serrate indagini dei carabinieri, è durata solo un paio di giorni.

Annunci

I commenti sono chiusi.