BI24_FLASH_IL PERSONAGGIO. Chiara Perona riceve il premio “Presidenza Aia”, Ormai è uno degli arbitri migliori d’Italia

perona 1

(c.s.) Nel corso della seduta del Comitato Nazionale dello scorso 3 luglio, l’arbitro internazionale di futsal Chiara Perona è stata infatti insignita con il prestigioso premio “Presidenza AIA”, riconoscimento conferito all’arbitro effettivo particolarmente distintosi nel corso della stagione sportiva appena terminata. Di professione avvocato, 31 anni, associata AIA dal 2005, internazionale dal 2016, la biellese succede nell’albo d’oro a Gianluca Rocchi, arbitro di Serie A e rappresentante italiano ai Campionati Mondiali di Russia 2018, premiato al termine della passata stagione sportiva. “E’ un grande onore per noi: il premio che il Comitato Nazionale ed il Presidente dell’AIA hanno voluto conferire alla nostra associata rappresenta un riconoscimento importante a coronamento di una stagione straordinaria” ha esordito il Presidente degli arbitri lanieri Giovanni Gabbi.
Sono infatti state ben tre le finali internazionali che hanno visto protagonista la Perona negli ultimi mesi: Russia – Ucraina, il 26 agosto scorso ad Almaty (Kazakhstan), finale del Campionato Mondiale Universitario Femminile, Giappone – Portogallo, il 16 ottobre 2018 a Buenos Aires (Argentina), finale dei Giochi Olimpici Giovanili Femminili e Spagna – Portogallo, a Porto (Portogallo), il 17 febbraio 2019, finale del Campionato Europeo Femminile, oltre ad un impiego assiduo nel campionato di Serie A maschile.
Chiara, peraltro, all’impegno sul campo, affianca da oltre un decennio anche l’attività di consigliere in Sezione, contribuendo – nello specifico – alla formazione degli arbitri di futsal della provincia, a testimonianza di come, nonostante i risultati raggiunti, sia rimasta vicina alla base, sempre disponibile a supportare i più giovani. La Sezione di Biella consta ad oggi di quasi 100 associati, di cui 5 nei ruoli nazionali: 4 arbitri di futsal ed un osservatore arbitrale di calcio, operante nel campionato di Serie D.
“Siamo una realtà dimensionata nei numeri, ma cerchiamo, con un lavoro quotidiano, di mantenere uno standard qualitativo adeguato, puntando sui giovani e offrendo loro gli strumenti per raggiungere i migliori risultati” prosegue Gabbi “I nostri corsi di formazione, con inizio nel mese di ottobre, sono gratuiti ed aperti a tutti i ragazzi e le ragazze di età compresa tra i 15 ed i 35 anni: invito chiunque ami lo sport a provare, poiché con talento, applicazione e buona volontà, nessun risultato è precluso”.

Annunci

I commenti sono chiusi.