BI24_FLASH_DAL COMUNE DI BIELLA. Siglato protocollo d’intesa col Cai: subito 40mila euro per il sentiero del Gorgomoro

CAI1

(c.s.) E’ stato siglato, tra i banchi della sala consiliare di Palazzo Oropa, un importante protocollo d’intesa tra il Comune di Biella e il Cai (Club Alpino Italiano) sezione di Biella. A sottoscrivere l’accordo, con validità triennale, il presidente del Cai di Biella Eugenio Zamperone e gli assessori Davide Zappalà e Barbara Greggio. Il protocollo d’intesa ha lo scopo di attivare azioni sinergiche e di collaborazione per la rigenerazione dei percorsi e degli itinerari escursionisti nel territorio del Comune di Biella, al fine di rafforzare l’attrattività turistica. Il primo intervento prevede un programma complessivo di manutenzione ordinaria e straordinaria del tratto urbano del sentiero del Gorgomoro, che dalla chiesetta di San Giuseppe di Riva conduce fino a località «Antua». Al fine di attuare il presente protocollo l’amministrazione ha garantito una copertura di spesa di 40 mila euro.
Il protocollo prevede anche il coordinamento di un tavolo informativo con i vari soggetti operanti nella Conca di Oropa, a partire dal Santuario di Oropa per poi coinvolgere Fondazione Funivie di Oropa, Regione Piemonte, Unione Montana «La Burch», Atl e le associazioni del territorio dedicate alla montagna e all’escursionismo.
Per l’assessore alla Montagna Barbara Greggio le attività outdoor sono una risorsa da valorizzare: «Ritengo importante e fondamentale il ruolo della montagna, di tutte le attività outdoor e quelle ad esse collegate per il rilancio turistico della realtà del nostro territorio. Ho voluto dedicare le prime giornate di lavoro proprio per ottemperare questa impellente necessità di ripristino della sentieristica di montagna anche per lanciare un messaggio in vista della rinomata Biella-Monte Camino che si svolgerà domenica 30 giugno. Ringrazio il Cai per la concreta collaborazione, la disponibilità e l’interesse di crescita per il nostro territorio. E un grazie al collega Zappalà per la collaborazione».
Un’azione sposata anche dall’assessore ai Lavori pubblici e parchi Davide Zappalà: «Il sentiero del Gorgomoro è il più bello che parte da Biella, è molto utilizzato da persone che passeggiano e dai corridori, un luogo incantevole che si snoda lungo il torrente Oropa. E’ giusto che sia in perfette condizioni». Soddisfatto il presidente del Cai Eugenio Zamperone: «Il respiro triennale di questo protocollo d’intesa ci permette di realizzare un progetto per ora solo sognato. Costruiremo un percorso che va dalla statua di Quintino Sella fino al rifugio Sella a 3.600 metri di quota che è di proprietà del Cai di Biella ed è attestato in cima alla valle di Gressoney. Possiamo proporre un’offerta straordinaria, perché aperta alle possibilità di tutti. Si potrà percorrere il percorso anche a tratti. Sistemare il tratto urbano del Gorgomoro significa mettere tutti nella condizione di poter partecipare».

I commenti sono chiusi.