BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Orcelletto, Spaudo, Girardi: “Contro Ratzinger, i soliti detrattori. In Europa la partita per la Chiesa”

biella-farinella-ratzinger-biella24

_Attilio Orcelletto, Raffaella Spaudo, Paolo Girardi
Malgrado l’età ormai ‘vetusta’, e soprattutto malgrado l’evidentissimo ‘amore’ dei fedeli cristiani, è facile ritrovare, regolarmente schierati, contro Benedetto XVI°, uomini di sinistra e soprattutto ‘autorità cattoliche vaticane’: essi sono, in realtà, particolarmente accaniti, ancora incredibilmente trincerati dentro il ‘fortino’ dei propri incredibili ed assurdi pregiudizi. L’obiettivo, in realtà, è sempre identico: ridurre al silenzio assoluto Papa Benedetto XVI°, troppo serio, troppo preparato, e quindi pericoloso per coloro che dicono di credere nella profondamente diversa ‘dottrina’ (che poi, in realtà, ‘dottrina non è!) di Jorge Bergoglio.
Invece di ‘utilizzare’ questo straordinario ‘principe’ della Chiesa per far luce sui ‘misteri del mondo’, facendo un vero e proprio salto di qualità per aiutare il mondo a capire meglio se stesso e quindi consentire alla Chiesa di fare un grande salto di qualità nel tentativo di favorire la comprensione dei propri ‘mali’, soprattutto ‘venuti fuori’ in questo ultimo quinquennio. Per il vero, forse basterebbe ‘usare’ il documento del Papa emerito, Benedetto XVI, per argomentare altre tesi, per far camminare il pensiero non dicendo nulla in contrasto con quello che i pensatori religiosi hanno detto nel corso degli anni e addirittura dei secoli!
Ma francamente quello che suscita la nostra ‘rabbia’ è di certo l’”anatema” che esce a volte addirittura dalla bocca della Chiesa attraverso i suoi portavoce, ed in particolare quella parte di Chiesa che sta di fatto sostituendo Dio con un vera e propria ‘divinità’ capace di soddisfare soltanto le ambizioni personali di chi le esprime. Ma per fortuna noi, pur ‘rabbiosi’, come credenti, abbiamo comunque una convinzione: il “bene” continuerà a progredire ed a crescere nonostante, gli uomini di sinistra e soprattutto nonostante i ‘nuovi preti’ innamorati di Bergoglio.

Annunci

I commenti sono chiusi.