BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Paolo Girardi: “Siamo sempre più lontani, anche dalla terminologia del signor Bergoglio…”

papa-francesco-biella24

_Paolo Girardi
C’è un vecchio ma saggio proverbio che dice: “Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”: ora abbiamo avuto modo di prendere atto con ‘chi va’ il nostro Sig. Bergoglio, soprannominato “Papa Francesco”: egli sembra ‘muoversi’ con Eugenio Scalfari, con la nostra Emma Bonino, con i grandi nomi come Martin Lutero e Maometto: ed anche con l’Usaar, e cioè con i cosiddetti ‘falsi atei”, visto che si tratta di adorare non già il nostro Dio, ma la… ‘dea ragione’!
Ed in effetti sono stati loro i primi a complimentarsi con la cretina affermazione del Sig Bergoglio quando ha dichiarato, per raccogliere un modestissimo applauso, che “è
meglio essere atei che cristiani ipocriti”! Si noti, in particolare, che, come risultava dal loro ‘blog’, spargevano falsità su presunte ed asserite stragi commesse dal cattolicesimo, citando come fonti testi recentissimi scritti da personaggi che odiano apertamente e addirittura dichiaratamente la fede cristiana e che tuttavia vengono spacciati per fonti storiche e consolidate (che in realtà sono del tutto fasulle!).
A noi Papa Francesco non è mai piaciuto e tuttora assolutamente non ci piace. Facciamo fatica, a volte, persino… a rispettarlo! Siamo cristiani e cattolici e dunque abbiamo il dovere del massimo rispetto, ma, sia pure a malincuore, non riusciamo a provare la stima che avremmo provato nei suoi confronti se avessimo avvertito che era lontanissimo da questi personaggi. Un sacerdote biellese ci ha detto che dobbiamo imparare a perdonarlo anche quando sbaglia! Troppo comodo! Quando sbaglia lui (e purtroppo sbaglia spesso per ‘incultura’ e per superficialità), vi sono milioni di persone nel mondo che soffrono o che, comunque, sono indotte in gravissimo errore!

Annunci

I commenti sono chiusi.