BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Marina Alberghini: “Disney e la politica italiana: Topolino è Salvini, Paperino Gentiloni & c…”

biella-lega-visita-salvini-biella24-007

_Marina Alberghini
Non sono assolutamente d’accordo sull’articolo di “Libero” su Paperino che pone Topolino in secondo piano. Forse chi l’ha scritto è giovane e ha conosciuto Topolino negli albi del dopoguerra dove è solo un barlume orribile di quello che fu negli anni ’30. Topolino non è un fighetto, come scrivono, e non frequenta i salotti bene come un ‘sinistro al caviale’ qualsiasi, anzi! E’ semplice e alla mano con tutti!
Vive modestamente in un paesello dove si accomoda da solo i graticci del giardino e i mobili: i suoi amici sono gente semplice, Orazio e Clarabella sono i suoi vicini non certo abbienti e Pippo poi, l’amico del cuore, è uno ‘stralunato’ che vive in una casa rattoppata e si veste di cenci. Topolino è generoso e spesso le ingenti somme che guadagna nelle sue avventure le regala ai poveri.
Ha un cane che… ‘più bastardo’ non si può. E’sempre equilibrato, allegro, ottimista, anche quando ha paura, infatti pur avendo paura perché è un essere normale non ‘superman’ e anche questo lo rende simpatico, quindi è come noi, ci insegna che il nemico va sempre affrontato perché è nostro dovere. E ci insegna ad avere il senso dell’avventura senza
rinchiudersi fra quattro mura.
Ed è anche animalista, basta leggere l’albo dove salva la balena dai cacciatori, il Vecchio Bernardone! Paperino è un nevrotico, perfetto esempio della nostra epoca, invidioso,
bilioso, collerico, egoista, e perdente infatti piace alle sinistre, mentre Topolino incarna alla perfezione l’uomo di destra. Topolino è Salvini, Paperino…un misto di Gentiloni, Cuperlo, Bersani e tutto il “sinistrume” italico, compresi i piagnoni vari!

Annunci

I commenti sono chiusi.