BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Spaudo e Orcelletto: “Quando gli ‘intellettuali’ di sinistra, chiederanno scusa per Battisti?”

Battisti-625x350-1544814803

_Raffaella Spaudo, Attilio Orcelletto
Abbiamo voluto rileggere, con immutata indignazione, le parole pronunciate da uno dei peggiori assassini della storia del nostro Paese: Cesare Battisti. Le sue parole – è bene ribadirlo e sottolinearlo – sono del tutto prive di ‘moralità’ e soprattutto di ‘credibilità’. Eccole testualmente: “Mi rendo conto del male che ho fatto e chiedo scusa ai familiari delle vittime”. Troppo comodo andare alla ricerca di ‘piccole scusanti’ che dovrebbero scusare crimini immensi, quasi potessimo e soprattutto volessimo scusare o dimenticare i quattro omicidi, due commessi materialmente e due in concorso.
Ma non vogliamo entrare nella responsabilità diretta dell’assassino, perché ci ha già pensato la giustizia, ma preferiamo soffermarci sulla responsabilità pesantissima di qualche ‘pseudo-intellettuale’ (manco a dirlo, di sinistra!) che avrebbe già dovuto chiedere scusa per avere difeso questo squallidissimo personaggio, anche se ‘le scuse’ non riportano in vita nessuno; non solo, ma non possiamo far finta che non contino nulla i 40 anni di ‘latitanza’ di cui Battisti ha ‘goduto’ e che sono stati un autentico e immeritato ’regalo’ per un omicida.
E attenzione: la gigantesca “spettacolarizzazione dell’arrivo a Ciampino di questo assassino è stata un esempio tangibile di come le nostre pubbliche istituzioni finalmente siano pronte a lottare contro questa ‘piaga mortale’ dell’omicidio comunista. In realtà è troppo facile e semplice prendersela genericamente ‘con la società’ per i propri ‘malesseri’ o per i propri problemi interiori, che portano, a volte, anche all’assassinio, come nel caso di Cesare Battisti: tutti quanti noi cittadini, in verità, abbiamo problemi, anche molto più forti e drammatici di quelli avuti dall’assassino Battisti, ma, se Dio vuole, non diventiamo tutti terroristi e, men che meno, assassini ! Ora intanto, noi siamo dei ‘semplici’ e chi sbaglia, deve pagare: ma, attenzione, fra coloro che debbo pagare si sono prima di tutto gli ‘intellettuali’ ed i ‘politici di sinistra’ che hanno ritenuto di difendere il pluri-omicida Cesare Battisti!

I commenti sono chiusi.