BI24_FLASH_IL PERSONAGGIO. La poesia di Luca Stecchi per il nonno Bruno, è diventata una canzone. E piace a Mogol…

biella-luca-stecchi-premiato-biella24

(c.s.) La Preghiera di Bruno è un testo scritto dal Poeta e Autore Biellese Luca Stecchi, nella notte del 24 Dicembre 2018. Il testo è un omaggio al nonno materno Antonio Bruno Sollazzo, sopravvissuto al campo di concentramento di Dachau. L’opera è stata presentata in occasione della Giornata della Memoria. La Poesia è stata successivamente messa in voce da Barbara Capizzi e musicata dai maestri Dario Retegno e Alessandro Barbi.
L’opera ha ricevuto i complimenti anche dalla Senatrice a vita Liliana Segre (sopravvissuta ai campi di sterminio). Luca Stecchi, ha inviato il testo ad un Concorso Letterario indetto dalla casa Editrice Aletti, l’opera ha ottenuto il favore della giuria, che non ha esitato ad invitare l’autore, domenica 19 Maggio, ad una Masterclass a numero chiuso nella residenza dei Ciclamini in Umbria, il luogo dove vive e lavora il grande Mogol.
I riconoscimenti, per il presidente della “Fucina”, non finiscono qui. Infatti, il testo è stato selezionato fra le migliori opere di questa edizione del concorso e verrà inserito in una raccolta la cui prefazione sarà a cura dello stesso Mogol. In questi primi mesi del 2019 La Poesia di Luca Stecchi ha varcato i confini Italiani, ottenendo un altro pregiato Premio. L’opera è stata giudicata da una giuria di esperti e ritenuta finalista e quindi premiata al Premio Internazionale A.U.P.I. (Premio Internazionale Poeti e Pittori Italiani). La Premiazione Ufficiale sarà a Maggio presso il Circolo Culturale A. Volta di Milano definito da molto tempio della cultura Milanese.

Annunci

I commenti sono chiusi.