BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA/1. Raffaella Spaudo e Paolo Girardi: “Malgrado tutto, i nostri figli continuano ad amare l’Italia…”

ev-fuga_di_cervelli

_Raffaella Spaudo, Paolo Girardi
Spesso e volentieri, i nostri figli sono attratti dall’idea suggestiva (e comprensibilissima) di andarsene dall’Italia. E’ la ‘reazione’ dei giovani che, laureatisi o diplomatisi con fatica e sacrificio, sentono l’umiliazione e comunque la mancanza di apparente spiegazione per la
spesso acclarata impossibilità di inserirsi nel mondo del lavoro. Per nostra fortuna poi normalmente ci riflettono e ci ‘ripensano’ perché, con questa crisi economica gigantesca e coinvolgente in concreto tutta quanta l’Europa (o forse addirittura tutto il mondo industriale e commerciale!) è praticamente impossibile, o comunque estremamente difficoltoso, trovare lavoro anche nelle altre Nazioni.
Se così è, quindi, i nostri giovani capiscono perfettamente che, almeno, qui hanno una casa e la loro famiglia. Questo significa che, sempre qui, hanno anche i loro affetti, le loro amicizie, le loro conoscenze: con queste ultime non dovrebbero sfuggire nemmeno i piccoli lavori stagionali. Dovrebbe dunque andarsene, ed anche definitivamente, chi non si è mai interessato della questione giovanile del nostro Paese, disinteressandosi del futuro della nostra società: i nostri ragazzi, invero, sono innamorati con il cuore si tutto ciò che l’Italia ha da offrire, malgrado, soprattutto in questi ultimi anni, sia stata tenuta ‘schiavisticamente’ schiacciata dall’irragionevole oligarchia di alcune nazioni europee (dalle quali nulla avevamo ed abbiamo da imparare!).
E dunque pensiamo, forse con una nota di ottimismo, che i nostri giovani saranno e sono sempre e comunque in grado di offrire un contributo fondamentale e decisivo a questo nostro bellissimo Paese! Forza, ragazzi, che vale sempre la pena di lottare e di pensare da Italiani.

Annunci

I commenti sono chiusi.