BI24_FLASH_PUNTI DI… SVISTA. Marina Alberghini: “Giusto fare ironia su Greta Thunberg: parla di cose che non conosce…”

greta-thunberg

_Marina Alberghini
Congratulazioni vivissime a Feltri e Senaldi per la loro copertina del 18 aprile. Un po’ di sana satira fa piacere di fronte a un esercito di “babbioni” che prende per oro colato i discorsi di una ragazzina – Greta Thunberg – che sproloquia di cose sulle quali non ha la minima competenza. E questo in barba a scienziati di fama mondiale come Carlo Rubbia o Zichichi! Lei non ha colpa, è chiaramente debitamente foraggiata e indottrinata e spande ‘terrorismo’ con lieta inconsapevolezza, ma quello che lascia di stucco è l’accoglienza che le viene fatta come fosse il Messia reincarnato.
Ben venga dunque un po’ di merce rara come la Ragione e l’Ironia a ridarci il senso delle proporzioni! A proposito poi del ‘vegan’, lo sa la piccola che ama gli animali che se tutti diventassero ‘vegani’ quasi tutte le specie a cominciare dai carnivori – fra i quali i nostri adorati gatti – e i bovini si estinguerebbero, e la terra si inaridirebbe non riuscendo a produrre vegetali per miliardi di persone? Sarebbe semplicemente la fine del mondo. Grazie, dunque, Greta!

Annunci

I commenti sono chiusi.